Il mondo delle auto elettriche e la lentezza che caratterizza l’Italia

Sono molti anni che il mondo delle auto ha iniziato ha subire un cambiamento davvero radicale. Infatti, le auto hanno smesso di essere solo a motore a combustione interna e quindi a benzina, a gas o a diesel che sia, bensì, sono nate le macchine elettriche; ma di che parliamo quando parliamo di auto elettriche? L’auto elettrica e quindi l’auto a motore elettrico, è un tipo di veicolo il cui motore si serve dell’energia di batterie ricaricabili. È molto importante apprendere le motivazioni della creazione di questo tipo di veicoli e quindi conoscere quali vantaggi ne trae una persona che procede con l’acquisto di un’auto elettrica.

auto fatta di piante-Foto: motorisumotori.it
auto fatta di piante-Foto: motorisumotori.it

Vantaggi delle auto elettriche

I principali vantaggi che conseguono l’acquisto di un’auto elettrica riguardano senza dubbio l’ambiente. I veicoli elettrici, infatti, possedendo un motore che si serve di energia elettrica e non un motore a combustione interna e il vantaggio ricade nelle emissioni inquinanti che, da questo tipo di auto non fuoriescono a causa della mancata combustione di appunto combustibili di origine fossile. Le auto elettriche non fanno altro che servirsi dell’energia di una o più batterie non producendo in questo modo sostanze dannose che si disperdano nell’ambiente.

Altri vantaggi dell’acquisto di un veicolo elettrico sono legati invece alla sfera economica; infatti, seppur l’acquisto di un’automobile elettrica possa apparentemente rappresentare la fuoriuscita di una somma elevata di denaro, in realtà chi possiede questo tipo di veicolo possiede un grande margine di risparmio. L’elettricità che necessita un’auto elettrica per ricaricarsi, ha un costo nettamente inferiore rispetto ai veicoli che possiedono un motore a combustione e che necessitano quindi di un carburante di origine fossile che ha appunto un prezzo più elevato; inoltre, anche i prezzi di manutenzione di queste auto è inferiore rispetto a quelli delle auto tradizionali, in quanto, le auto elettriche possiedono molte meno componenti e i pochi che ci sono, sono esposti molto meno all’usura, che quando avviene, possiede un processo molto più lento.

Svantaggi delle auto elettriche

Seppur l’acquisto di un’automobile di tipo elettrico possa sembrare a primo impatto una scelta prima di punti negativa, in realtà anche questa, un po come tutto, oltre ad avere i suoi pro ha anche i suoi contro. Infatti, oltre a trattarsi di un acquisto piuttosto costoso, possedere un’auto elettrica non è semplice a causa della sua principale caratteristica e cioè quella di essere un’auto a motore elettrico. Questo infatti comporta innanzitutto delle tempistiche di ricarica nettamente maggiori rispetto a quelle che necessita invece un’auto con il motore a combustione e nonostante il lungo tempo necessario per ricaricarsi, possiedono comunque un’autonomia inferiore rispetto alle auto a motore a combustione. Durante un lungo viaggio questo significa necessitare di molteplici pause per permettere all’auto di ricaricarsi e, con la problematica della lunga tempistica che necessita, non è comodissimo.

auto in carica-Foto: 0-100.it
auto in carica-Foto: 0-100.it

Le auto elettriche in Italia

In Italia il passaggio ai veicoli elettrici, avviene molto più lentamente rispetto al resto dell’Europa. Ma quali sono i motivi per questo passo rilento dell’Italia? Beh in realtà le motivazioni principali sono molto più semplici e scontate di ciò che si può immaginare. Primo fra tutti, anche in questo caso, è legato alla sfera economica; infatti, se inizialmente gli incentivi da applicare durante l’acquisto di un’auto elettrica erano molto convenienti ed invogliavano i clienti ad usufruirne e quindi ad acquistare questi veicoli, ad oggi le premesse sono ben diverse. Infatti, partendo dalla premessa che questi veicoli generalmente non possiedono un prezzo contenuto, le rispettive somme degli incentivi sono state notevolmente abbassate e in alcuni casi addirittura eliminati. In particolare, se non si possiede un’auto da rottamare gli incentivi ammontano circa a 1500 euro, una somma piuttosto bassa per invogliare qualcuno ad acquistare una macchina di questo calibro.

L’altra motivazione è invece di natura ben di versa. Si tratta infatti di una problematica legata a quelle che sono le infrastrutture e cioè le famose colonnine di ricarica che ti permettono appunto di ricaricare il motore elettrico di questo tipo di veicoli. In Italia, infatti, seppur negli ultimi tempi l’istallazione di questi dispositivi sia decisamente aumentata, resta davvero bassa e difficoltosa la riuscita dell’istallazione di queste colonnine di ricarica; parliamo infatti di una difficoltà anche per quanto riguarda l’installazione di di questi dispositivi in aree condominiali, ma anche di una problematica legata alla sfera economica che non facilita il lavoro.

Impostazioni privacy