Scoppia il Tesla-gate, altro che zero emissioni: Elon Musk voleva insabbiare tutto, ma ora è nei guai

C’è un vero e proprio mistero che sta attanagliando la Tesla, ovvero la regina delle auto elettriche. Gravi guai in arrivo.

Sono in arrivo delle grane non da poco per la Tesla ed Elon Musk, fondatore ed amministratore delegato. Infatti, un’inchiesta ha portato alla luce l’utilizzo di energie non certo pulite per alimentare alcune colonnine di ricarica, cosa che rischia di far saltare in aria la forza di questo brand.

Elon Musk brutto problema
Elon Musk ora è nei guai (ANSA) – Electrimobility.it

Come vedremo a breve, la Tesla ha sempre creduto nell’elettrico, senza mai costruire vettura a motore a combustione. Elon Musk vuole un mondo più pulito, ma ora rischia di essere coinvolto in uno scandalo senza precedenti. Al magnate sudafricano è stata fatta un’accusa che non può lasciare indifferenti.

Elon Musk, ecco perché la Tesla rischia grosso

Sembra ci sia un grosso guaio da affrontare per la Tesla, la casa californiana di Elon Musk che ha sempre puntato su auto ad emissioni zero. Il marchio è stato fondato nel 2003, ed ha sempre e solo prodotto vetture elettriche, senza mai effettuare transizioni dal motore termico, ma forse potrebbe esserci qualcosa di strano sotto.

Tesla Cybertruck ora sono guai
Tesla Cybertruck prossimo alla presentazione (Tesla) – Electricmobility.it

Il giornalista Edward Niedermeyer ha portato alla luce alcuni aspetti molto scottanti, ma andiamo con calma. La storia è stata raccontata dal sito web “Motorisumotori.it“, che ha portato a galla una storia molto curiosa. Si discute molto dell’Harris Ranch Tesla Supercharger, si tratta della stazione di ricarica più grande del pianeta, con i suoi 98 stalli.

Secondo quanto riportato dal giornalista sopracitato, pare che le colonnine di ricarica siano alimentate, in parte, da un generatore a gasolio. Esso, che sarebbe nascosto nelle vicinanze della stazione, comunque ben lontano da occhi indiscreti, sarebbe un elemento chiave e fondamentale per la vita dell’impianto.

Infatti, sono migliaia i veicoli che si fermano per la ricarica ogni giorno, ed il generatore a gasolio permette di assolvere alla grande richiesta. In sostanza, per dare la possibilità a tutte quelle auto elettriche di ricaricarsi, non sarebbe sufficiente una fonte di energia pulita, ed occorre utilizzare una delle fonti più inquinanti in circolazione, ovvero il diesel.

Va sottolineato come la fonte sia molto autorevole, visto che ha lavorato per il “Wall Strett Journal” ed anche il “New York Post“, giornali sicuramente importanti. Se ciò fosse confermato, Elon Musk e la Tesla finirebbero per perdere la faccia, e c’è il rischio che l’intero business aziendale possa crollare del tutto.

Inoltre, il giornalista ha affermato come l’unica volontà di questa azienda sia quella di fare ricchezza e business, e che il sogno di un pianeta pulito e libero da emissioni sia soltanto uno specchietto per le allodole. Al momento, non sappiamo niente a riguardo di più ufficiale, ma è chiaro che una situazione di questo tipo potrebbe cambiare il mondo di vivere e giudicare l’elettrico. Discussioni di questo tipo non sono del tutto nuove, ma è chiaro che quando l’uomo più ricco del mondo subisce un’accusa del genere, il rischio di caos è altissimo.

Impostazioni privacy