Guida autonoma: la nuova tecnologia che Tesla non vuole, cosa significa per la sicurezza

Perché Tesla la nuova tecnologia che migliora la sicurezza dei veicoli a guida autonoma? Vediamo i motivi spiegati dalla casa automobilistica.

L’industria automobilistica ha promosso l’avvento delle auto a guida autonoma, ma fino ad ora non sono state capaci di dimostrare affidabilità nel sostituire l’uomo al volante.

Guida autonoma la nuova tecnologia
La tecnologia laser, per Tesla non è necessaria – electricmobility.it

Le preoccupazioni per la sicurezza da parte delle autorità di regolamentazione e del pubblico sono uno dei principali motivi di questo ritardo.

I veicoli autonomi devono essere capaci di “vedere” la strada e l’ambiente circostante utilizzando diversi tipi di sensori, ma il sistema LiDAR si è rivelato uno dei punti critici più importanti finora.

LiDAR, la nuova tecnologia per la guida autonoma che Tesla non vuole

Il sistema LiDAR si basa su un laser a infrarossi rotante che rileva e misura gli impulsi di luce riflessi dall’ambiente circostante.Questi dati vengono utilizzati per creare un’immagine 3D degli oggetti vicini e del terreno. In passato, i veicoli autonomi montavano tali laser sul tetto in modo ingombrante, ma grazie agli sforzi successivi il sistema è stato integrato meglio con la forma dell’auto.

Guida autonoma sistema Lidar
Perché Tesla non vuole il sistema LIDAR (foto Tesla.com) electromobility.it

Il LiDAR garantisce dei vantaggi nei confronti di altri metodi di rilevamento, come le telecamere che possono essere accecate da improvvisi cambiamenti di luce e i sistemi radar che possono perdere veicoli più piccoli. Tuttavia, il LiDAR non è una soluzione perfetta.

Il problema è che i sistemi LiDAR attuali hanno diverse limitazioni. Oltre alla necessità di elaborare i dati in modo tempestivo, sono vulnerabili alle condizioni meteorologiche avverse come pioggia, neve e nebbia.

Le goccioline d’acqua e le particelle di polvere nell’aria possono distorcere o riflettere il segnale del laser, portando a risultati imprecisi. Attualmente si sta cercando di risolvere questi problemi, ma le lacune nei dati sono ancora significative, ossia quelli inerenti all’insegnamento ai sistemi di guida autonoma di prendere in considerazione le condizioni meteorologiche avverse.

Inoltre, il LiDAR rappresenta un sistema di sensori molto intenso per quanto riguarda la potenza utilizzata nelle auto a guida autonoma. L’aggiunta di molti sensori per far funzionare un veicolo autonomo potrebbe portare alla riduzione della portata di un veicolo elettrico pari al 2-3%, senza considerare il consumo energetico del sistema informatico necessario per elaborare i dati.

Questo è un problema poiché l’ansia da autonomia è ancora un ostacolo comune all’adozione dei veicoli elettrici. Tesla ha resistito all’uso dei sistemi LiDAR per le auto a guida autonoma, sostenendo che le telecamere da sole possono garantire alti livelli di sicurezza.

L’azienda ha rimosso dai suoi modelli più recenti i sensori radar e disabilitato il radar sulle auto precedenti. Ciò ha suscitato controversie e un’indagine NHTSA sul pilota automatico di Tesla. Gli argomenti contro l’uso di LiDAR includono la complessità, i costi e l’obsolescenza dei sistemi, nonché la vulnerabilità alle inesattezze.

Tuttavia, i sostenitori di LiDAR sostengono che aggiunge un livello ulteriore di “visione” che le telecamere non riescono a fornire, come la produzione di mappe in 3D e la capacità di rilevare oggetti piccoli. Quasi tutte le case automobilistiche considerano LiDAR fondamentale per i sistemi di guida autonoma.

Impostazioni privacy