BMW, scelta storica: non si torna indietro, Tesla colpita nel suo punto debole

La BMW cambia del tutto e la decisione sarà sicuramente un duro colpo nei confronti della Tesla che è toccato nel punto debole.

La Tesla è stata colei che ha permesso alle auto elettriche di diventare sempre più note e famose nel mondo, per questo motivo il proprio ruolo è stato determinante da un punto di vista strategico. Il colosso a stelle e strisce negli anni ha però continuato a mostrare alcuni problemi nella produzione e un colosso come la BMW non poteva non approfittarne.

La BMW fa paura alla Tesla
BMW mette in crisi Tesla (ElectricMobility)

Dalla Germania infatti è sempre stata straordinaria l’attenzione nei confronti delle novità automobilistiche e allo stesso tempo nei confronti dell’ambiente. La BMW ha mostrato negli anni di essere una di quelle maggiormente innovative, partendo con una produzione ibrida di altissimo livello quando era ancora in pochi a puntare su questi motori.

Sono ormai iconici tantissimi modelli della BMW e indubbiamente non si può tenere fuori dal conteggio la Serie 5. In questo caso abbiamo modo di ammirare un modello nato nel 1972 e che ha fatto la fortuna del motore termico per tanti anni.

Il primissimo modello fu addirittura la Serie 5 E12, un’automobile che superato le 700 mila vendite nel corso della propria storia. Si trattava di una berlina da 462 cm di lunghezza, una larghezza di 169 cm e un’altezza di 142 cm.

Attualmente siamo arrivati alla settima generazione diversa, con quest’ultima che con il modello plug-in ha già avuto modo di perfezionare la gamma elettrica. Il motore utilizzato è un 4 cilindri da 2000 di cilindrata, con un’erogazione da 109 o da 113 cavalli, ma per l’ottavo generazione è giunto il momento di fiondarsi definitivamente sul solo elettrico.

BMW i5: la generazione che preoccupa la Tesla

La BMW i5 si mostrerà con alcune piccole modifiche da un punto di vista della dimensione. Infatti, pur mantenendo invariate la larghezza di 187 cm e l’altezza di 148 cm, ci sarà un sensibile allungamento dell’auto di ben 10 cm, portandola a toccare i 504 cm.

BMW i5, incredibile cambiamento
BMW i5 (BMW Press Media – ElectricMobility)

Grandi novità avverranno soprattutto da un punto di vista tecnologico, con l’installazione di due schermi. Il primo sarà sul cruscotto da 12,3 pollici, mentre il secondo si presenterà a centro plancia con i suoi 14,9 pollici. L’infotainment si basa sulla versione BMW 8.5 e il sistema operativo è Linux.

Tra le grandi novità non manca anche la possibilità di poter vivere una splendida esperienza in auto, con l’aggiunto di svariate applicazioni che contengono al proprio interno giochi e programmi televisivi. Già di per sé questo è una bella sfida nei confronti della Tesla che fa dell’avanzamento tecnologico un proprio punto di forza, ma non è il solo grande confronto con il collo statunitense.

L’intento della BMW i5 è quello di diventare uno dei grandi punti di riferimento per l’autonomia in strada, infatti quest’auto sarà in grado di percorrere 582 km prima di dover ricaricare un’altra volta. Questo dipende dalla presenza di una batteria da 81,2 kWh e il motore elettrico al suo interno dà modo di poter erogare fino a 601 cavalli. Bene anche l’accelerazione, con il passaggio da 0 a 100 km/h che ha bisogno di soli 3,8 secondi, con la BMW che dunque ha dato vita a un nuovo eccezionale modello.

Impostazioni privacy