Notizia terribile per le auto elettriche: arriva un verdetto durissimo

Il mondo intero sembra destinato a viaggiare su auto elettriche. Ma cosa accade quando questo mercato non è trascinato dagli incentivi? La risposta arriva dalla Germania.

In molti Paesi con economie forti si è cavalcato il trend delle EV, soprattutto grazie agli ecobonus. Il sostegno degli Stati, infatti, è stata la chiave per una massiccia diffusione di auto full electric. Dato che in Italia sono stati, nettamente, inferiori e meno impattanti rispetto ai Paesi del Nord Europa o alla Germania, la diffusione è stata meno capillare.

Notizia terrificante per le auto elettriche
Vendite auto elettriche – electricmobility.it

Per di più la crisi economica in cui è piombato il Belpaese non è paragonabile alla situazione di altre paesi d’Europa. Passare all’elettrico è un lusso che si può consentire una percentuale molto bassa della popolazione nostrana. Spesso le EV rappresentano una seconda auto di una famiglia ben attrezzata con una colonnina nel box. In città molto popolate come Milano, Roma, Napoli sarà, veramente, difficile rispondere all’intero fabbisogno della popolazione.

Il prezzo, inoltre, rappresenta il fattore principale che arresta la crescita. Già, concettualmente, le vecchie generazioni fanno fatica ad accettare veicoli alla spina, silenziosi e modernissimi, per di più con la paura di un investimento serissimo o preferiscono tenersi la vecchia auto o prenderne una nuova termica. La transizione ecologica rischia di diventare un grosso business per la Cina. Gli è stato steso un tappeto rosso, considerate le materie prime di cui dispongono.

Auto elettriche, segnale di crisi dalla Germania

In Germania l’arrivo di tante novità alla spina è stato accolto, in una prima fase, con positività. Dietro a Cina e Stati Uniti, il Gigante teutonico ha fatto segnare ottimi numeri, soprattutto grazie alle spinte statali. La fine degli incentivi per l’acquisto delle auto elettriche ha portato ora ad un crollo del mercato del 28,6% rispetto all’anno precedente e del 63% sul mese precedente.

Auto elettriche, segnale di crisi dalla Germania
Crisi delle EV in Germania – electricmobility.it

I numeri arrivano dall’autorità per il trasporto automobilistico KBA. Nello scorso mese di settembre in Germania le vendite di auto nuove sono scese dello 0,1%, raggiungendo quota 224.502. La crisi riguarda le EV che sono, letteralmente, crollate. Sole 31.714 vetture a zero impatto ambientale sono state vendute, con un calo del 28,6% rispetto allo stesso periodo del precedente anno, e del 63% su agosto 2023. Se paragonate all’Italia sembrano tante, ma in Germania si parla già di segnali di crisi.

Per di più il 75% delle auto elettriche immatricolate ad agosto 2023 erano destinate a clienti commerciali. In sostanza il privato, senza spinte che fanno abbassare il prezzo finale, evita l’acquisto di una elettrica. Sembra proprio che l’andamento del mercato sia legato agli incentivi. Nel 2022 la Germania ha deciso di eliminare le ibride plug-in e le aziende come soggetti beneficiari degli incentivi. Si è portata avanti con 12 anni di anticipo.

Ricordiamo che dal 2035 non saranno più vendute auto con motori a combustione in Europa, comprese le ibride. I proclami fatti in passato dalla Volkswagen non si sono rivelati essere corretti. Le EV non sono ancora diventate alla portata, senza incentivi. Nel 2024, in Germania, sono previsti solo per vetture con un prezzo di listino sotto i 45.000 euro, ma fare dei programmi sui volumi di vendita delle elettriche appare un esercizio sempre più complesso.

Impostazioni privacy