Guida autonoma, cresce la protesta: traffico in tilt, stallo infernale

Guida autonoma, di cosa si tratta e perché a volte può creare dei problemi, ecco la situazione sconvolgente e le proteste degli ultimi giorni.

La mobilità elettrica a guida autonoma, è considerato il mezzo del futuro, simili alle vetture che si vedevano solo nei film di fantascienza. Ma oggi questo mezzo di trasporto esiste nella realtà. È possibile infatti viaggiare su dei robotaxi a guida autonoma in giro per le città del mondo.

Caos totale guida autonoma
Grossi problemi per i primi esperimenti di guida autonoma – electricmobility.it

Un veicolo sostenibile e sicuro che gode di un’autonomia elettrica, una macchina intelligente che riconosce l’ambiente circostante ed è capace di gestire varie situazioni, esattamente come farebbe un normale guidatore. È in grado di fermarsi di fronte ai veicoli di soccorso, di frenare, evitare gli ostacoli ed è stato ottimizzato per non mettere nessuno in pericolo. Possiede moltissimi sensori come il radar, ed è dotato di LiDAR (Light Detection and Ranging), così da garantire ulteriore affidabilità ed alta risoluzione anche a distanza di svariati metri.

Robotaxi, come mai sono al centro della polemica, i video agghiaccianti

L’esperienza di salire un robotaxi, sicuramente al momento è unica, può essere molto divertente per i passeggeri e sembra di vivere in un vero e proprio film. Ormai ci sono moltissimi produttori di questo tipo di veicolo, tuttavia nonostante i numerosi pro esistono anche dei contro.

Guida autonoma traffico e protesta
Robotaxi- (Canva)-electricmobility.it

Queste vetture senza conducente infatti in America sono molto diffuse e purtroppo sono stati riscontrati anche diversi problemi. È il caso di ciò che è successo ad Austin in Texas, esistono svariati video ed immagini infatti, che riprendono i robotaxi letteralmente bloccati su strada, incapaci di muoversi. Purtroppo si è creato molto traffico a causa di queste vetture che non sapevano come proseguire in quanto erano letteralmente bloccate.

Proprio recentemente si è verificato un ingorgo a Vehicle Recovery, e non sarebbe un caso isolato, le polemiche infatti sono sempre più frequenti. In alcuni casi sembra infatti che anziché essere smart e veloci, talvolta questi robotaxi potrebbero andare in tilt trovandosi in difficoltà per continuare su strada e bloccandosi senza riuscire più a proseguire.

 

Quando ciò accade chiaramente è necessario l’intervento di un essere umano che chiaramente ci metterà un po’ di tempo per arrivare. Si stanno cercando le soluzioni a problemi a volte banali, per esempio il fatto che i taxi si bloccano alla vista di uno di quei coni a strisce bianche e rosse, se posizionato sul cofano di una macchina. Già questo può creare un ingorgo spaventoso. In molti si stanno domandando che cosa potrebbe accadere se questo tipo di veicolo arrivasse anche in Italia dove le strade sono già molto trafficate e hanno molti problemi.

Impostazioni privacy