Pioggia e auto elettrica: sicurezza, la risposta definitiva

Cosa succede se un’auto elettrica viene invasa dall’acqua o ci si trova nel bel mezzo di un temporale. Tutti i consigli da seguire.

Le macchine a zero emissioni saranno sempre più protagoniste delle nostre strade, ma ad oggi i dubbi che le riguardano sono ancora numerosi. Al di là delle questione prezzo e dell’effettiva bontà della tecnologia elettrica come viatico per diminuire l’inquinamento, le perplessità ruotano attorno alla loro pericolosità.

Auto elettrica pioggia, quali rischi
Auto elettrica sotto la pioggia, bisogna avere paura? (Canva) – Electricmobility.it

Chi segue le competizioni motoristiche si ricorderà di quando in F1 vennero introdotti i motori ibridi e i meccanici che si dovevano occupare delle monoposto dotati di guanti speciali per non prendere la corrente.

Come sappiamo elettricità e acqua non vanno per niente d’accordo. Quindi la domanda che ci si pone è cosa succeda se queste auto si bagnano, magari in maniera importante, specialmente ora che i cambiamenti climatici stanno portando ad improvvisi fenomeni violenti, con allagamenti e quant’altro.

Vetture elettriche nell’acqua, cosa si rischia

Per cercare di fare chiarezza e di capire meglio come comportarsi si rifacciamo a quanto il sito viaelettrico.it ha risposto ad un utente che proponeva una perplessità in merito all’acquisto di un EV.

Abitando in una zona di campagna dove è presente un guado che deve attraversare ogni giorno e che nella stagione invernale può arrivare a contenere fino a 50 cm d’acqua, la paura è che il veicolo a spina potrebbe danneggiarsi. A questa problematica se ne aggiunge poi un’altra relativa al fatto che lasciando la macchina prima dell’ostacolo diventerebbe impossibile per il proprietario effettuare la ricarica. Dopo aver sostenuto di aver visionato diversi filmati relativi ai modelli Tesla, ma di non aver trovato nulla riguardante altri marchi, l’interrogativo è stato se effettivamente vengono effettuati dei test in condizioni di fondo stradale zuppo.

Quando si parla di automobili a batteria due sono le principali preoccupazioni: che si sviluppi un incendio e che si verifichino delle infiltrazione in caso di acquazzone.

Stando a quanto riportato dal portale, in realtà verrebbero compiute numerose prove sul tema direttamente dall’organo ufficiale europeo Euro NCAP. Ciò significa che non c’è motivo di avere l’ansia della scarsa sicurezza.

E’ tuttavia interessante notare come questo concetto continui a non passare. Secondo un sondaggio condotto dalla compagnia assicurativa del Regno Unito LV, ben il 12% degli automobilisti è convinto che non si possa guidare una full electric con il maltempo. Addirittura in molti credono che non si possa nemmeno lavare.

Niente di più falso e a rassicurare tutti ci ha pensato lo stesso Elon Musk spiegando come su ogni mezzo alimentato ad elettricità batterie e trasmissioni siano sigillate.

Strada allagata, cosa fare se si ha un'auto elettrica
Strada allagata, cosa fare con un EV (Canva) -Electricmobility.it

Ma cosa succede se il veicolo è sportivo e quindi basso? Il problema non si pone nemmeno in questo caso, perché la costruzione è fatta in modo che si sia sempre protetti. In più va sottolineato che le auto elettriche non dispongono di prese d’aria che, se immerse in un liquido possono farlo arrivare al motore.

Per fornire un’ulteriore dato diciamo che nella scala del valore di protezione i sottomarini ottengono un punteggio di 8, mentre gli EV di 6 o anche di più. Il discorso è diverso se l’impianto elettrico ha subito danni. Ma pure qui si attiva automaticamente un sistema di disconnessione.

Impostazioni privacy