Colonnina a casa, arrivano i soldi per tutti: come richiedere il nuovo sostegno

Grosse novità per chi volesse passare all’elettrico, adesso la colonnina di ricarica è a portata di tutti!

Stiamo entrando in un momento storico in cui la mobilità è destinata a cambiare radicalmente con l’arrivo dell’elettrico. Questo nuovo tipo di veicolo, infatti, convince sempre di più anche i più scettici, ma anche i meno disposti dovranno cedere entro pochi anni viste le direttive europee in atto.

Bonus colonnine
In arrivo aiuti molto sostanziosi – electricmobility.it

In questi ultimi anni sono stati fatti tantissimi passi in questo settore e, soprattutto con l’aiuto del vecchio bonus 110%, tantissimi italiani hanno deciso di. far fruttare l’occasione anche per installare una colonnina di ricarica in casa, utile magari in ottica futura. Questa scelta si è rivelata senz’altro sensata, soprattutto perché ricaricare il proprio veicolo dal garage è il futuro che si sta prospettando e le colonnine pubbliche non basteranno più fra qualche anno. Anche coloro che non hanno potuto provvedere in questo modo, tuttavia, non dovranno demordere, buone notizie sono all’orizzonte con nuovi bonus che molti non conoscono.

Colonnine di ricarica: 1500 euro per ogni abitazione, disponibili 80 milioni di euro

La macchina “green” che si è messa in moto sembra ormai inarrestabile e, per arrivare a rispettare gli obiettivi che l’Europa si è prefissata entro il 2035, preparare adeguatamente il terreno è d’obbligo.

Colonnina a casa, arrivano i soldi per tutti
colonnina elettrica a casa (Pixabay) (electricmobility.it)

In Italia l’elettrico sta prendendo sempre più piede e , anche se molte macchine sono predisposte per una ricarica dalla presa classica di casa, per arrivare a completare un ciclo di ricarica in questo modo servono circa 12 ore, un periodo troppo lungo se rapportato alle circa 2 ore di ricarica che servono collegando il mezzo ad una colonnina.

Installare questa struttura è dunque indispensabile per facilitare i nostri spostamenti green e l’ideale sarebbe pensarci quanto prima, sfruttando i bonus messi a disposizione dal governo. In questo periodo sono infatti stati sbloccati gli attesi 80 milioni utili all’istallazione di impianti casalinghi, anche se per ora sono stati comunicati solo i termini di accesso agli incentivi per coloro che hanno già effettuato tale istallazione nel 2022. Dal 19 ottobre al 2 Novembre, infatti, potranno essere presentate le domande da coloro che hanno già provveduto ad istallare le colonnine, e sarà possibile ottenere un rimborso dell’80% della spesa sostenuta fino ad un massimo di 1500 euro.

La domanda sarà presentabile tramite il portale online gestito per conto del ministero da Invitalia e sarà possibile accedere tramite Spid. La buona notizia è che le domande saranno ammesse secondo ordine cronologico di presentazione ed il contributo sarà elargito direttamente sul conto corrente indicato nell’istanza. Una notizia più che positiva che permetterà a centinaia di persone di riavere indietro praticamente quasi tutta la spesa sostenuta per l’istallazione di colonnine elettriche. Coloro che non hanno ancora provveduto, invece, dovranno sbrigarsi perché lo stesso iter è previsto anche per il 2023, con le domande di rimborso che, molto probabilmente, potranno essere avanzate nel prossimo anno.

Impostazioni privacy