Nissan vuole mangiarsi il cybertruck: design e tecnologia oltre ogni limite

Nissan sta preparando un progetto veramente iper ambizioso. Scopriamo di cosa si tratta e perché può davvero cambiare tutto.

Nissan rappresenta certamente una delle aziende più importanti al mondo in questo momento. A riguardo non c’è alcun dubbio. I suoi successi, i risultati tradotti in decenni di duro lavoro sono costantemente sotto gli occhi di tutti.

nissan hyper punk concept car
Nissan (electricmobility.it – Canva)

Ragion per cui la maggior parte dei clienti e degli addetti ai lavori si aspetta sempre tantissimo dal produttore giapponese. La grande ambizione per il futuro dell’azienda, però, nonostante tutte queste premesse, tende a sorprendere enormemente tutti.

La decisione di alzare ulteriromente l’asticella dal punto di vista del deisgn e della tecnologia automobilistica, infatti, non è affatto passata inosservata. Cerchiamo di scovare, dunque, cosa potrebbe accadere molto presto. Di sicuro in Giappone non temono l’agguerrita concorrenza presente all’interno dell’automotive.

Nissan sorprende tutti: semplicemente incredibile

Nissan ha presentato la quarta concept car EV, che farà il suo esordio al Japan Movility Show. L’azienda ha annunciato che tutti e quattro i prototipi elettrici svelati nel corso delle ultime settimane si potranno trovare anche in digitale: in particolar modo nelle street vision in display nel distretto di Shinjuku e sull’e-game Fortnite. Per quanto riguarda la quarta concept car, si chiama Hyper Punk e appare come un crossover compatto 100% elettrico.

nissan hyper punk concept car
Nissan Hyper Punk, il concetp innovativo (electricmobility.it – Nissan)

E’ stata pensata per i content creator, gli influencer, gli artisti e tutte le persone sensibili a stile e innovazione. Questo SUV è dotato della tecnologia V2X; quest’ultima permette di ricaricare i dispostivi mobili di guidatore e passeggeri, ma anche fornire energia alle infrastrutture delle comunità locali. Gli interni del concept sono riassumibili in due parole: tecnologia e connettività. Le telecamere esterne possono leggere il paesaggio circostante, rielaborarlo con il supporto dell’intelligenza artificiale e convertirlo in scenari e motivi grafici in stile manga.

Le immagini possono essere proiettate sul display a tre schermi di fronte al guidatore per creare uno spazio tra realtà e metaverso. L’abitacolo viene definito studio creativo mobile. Due gli elementi a caratterizzarlo: connessione internet continua e una serie di biosensori installati nel poggiatesta; il primo consente a chi occupa la macchina di accedere a dati e informazioni dal web tramite i propri dispositivi mobili.

Il secondo abbina i biosensori ad un sistema di intelligenza artificiale, permettendo a questo insieme di rilevare lo stato d’animo del guidatore e stimolare la sua energia mentale positiva. Come? Selezionando automaticamente la musica e l’illuminazione interna più adatte. All’esterno pare invece dominare il colroe argento. Le ruote sono molto grandi: 23 pollici. Il sistema di illuminazione ottica comprende fari anterori, luci posteriori e firma posteriore.

Impostazioni privacy