Caricabatterie, la rivoluzione della iperpotenza: un vero mostro che cambia tutto

Arriva una vera rivoluzione per tutte le auto elettriche grazie alla super potenza di ricarica di questo vero “mostro”

Finalmente i tempi di sosta per poter ricaricare la batteria non saranno più un problema, equiparando il rifornimento a quello dei motori termici. La svolta tanto ricercata è ora vicina.

Wallbox superpotenza
Un wallbox che gestisce una potenza incredibile. A chi serve? – electricmobility.it

Le auto elettriche hanno ovviamente bisogno di essere ricaricate per poter funzionare. La diffusione dei punti di ricarica è uno degli argomenti di cui si discute al momento dell’acquisto di una vettura a batteria. Nel nostro Paese, come nel resto d’Europa, sono aumentate a dismisura le postazioni per attaccare la spina e molte altre arriveranno nel giro di pochi mesi. C’è grande differenza di costo e di tempistiche tra le colonnine a corrente alternata e quelle Super Fast, che consentono di avere il pieno di energia mediamente in meno di un’ora. In quest’ultimo caso la potenza erogata si aggira attorno ai 50kW, rispetto ai 22kW del primo caso.

Cosa potrebbe succedere se ci fossero invece dei caricabatterie pronti ad erogare tra i 200 e i 500kW di potenza? Ebbene la riposta potrebbe essere davvero dietro l’angolo considerando il lavoro che sta svolgendo un marchio famoso come Gravity. Si tratta dell’azienda proprietaria di una flotta di taxi elettrici Mustang Mach-E a New York, specializzata anche in Wallbox davvero da urlo.

Caricabatterie, arriva il “mostro” di Gravity: fino a 500kW di potenza con le dimensioni di un Wallbox

Un nuovo caricabatteria a corrente continua ad altissima potenza, denominato “DEAP” (Distributed Energy Access Point), capace di erogare sino a 500 kW di potenza. A rendere questo “mostro” davvero unico è che Gravity ha separato l’endpoint di ricarica dalla scatola di alimentazione dell’energia. Questo avviene tramite un cavo proprietario raffreddato a liquido con una lunghezza massima di 152 metri.

Cambiano i tempi di ricarica dell'elettrico
Carica batteria ultrapotenti per le auto elettriche (ElectricMobility – Pixabay)

Questo può permettere di posizionare il caricabatterie in un luogo chiuso come un garage, piazzando l’infrastruttura all’interno di un armadio per apparecchiature refrigerate o direttamente all’esterno. L’abbattimento degli spazi lo rende quindi ottimale anche per luoghi prima inaccessibili, come le abitazioni private.

Il picco massimo di 500kW attualmente sarebbe eccessivo per qualsiasi veicolo elettrico  esistente, ma Gravity ha già dichiarato che fornirà soluzioni anche più compatte, capaci di erogare fino a 200kW con dimensioni simili al classico Wallbox domestico. Una vera e propria rivoluzione che potrebbe migliorare di gran lunga la fruibilità dell’elettrico.

Impostazioni privacy