Tesla Cybetruck, la grande delusione: la promessa non si è realizzata

Tesla Cybertruck, l’auto che forse più di qualsiasi altra sta facendo parlare di sé negli ultimi tempi. Non riuscirà a fare questa cosa.

Ci sono davvero poche aziende automobilistiche al mondo capaci di mettere hype come effettivamente può fare Tesla. Che ci riesce egregiamente, soprattutto grazie al suo tanto discusso quanto brillante CEO Elon Musk, che nel corso del tempo l’ha resa una delle società più rilevanti e importanti dal punto di vista mediatico e costruttivo.

tesla cybertruck autonomia
Tesla Cybertruck, le novità potrebbero deludere più di un compratore (electricmobility.it – Canva)

Nel 2023, infatti, il brand statunitense ha davvero pochissimi rivali nel suo settore d’appartenenza. In tal senso, il Tesla Cybertruck dovrà tentare il tutto per tutto per non far perdere neanche una posizione in graduatoria al marchio che lo costruisce.

Occhio, però, perché già prima del suo debutto all’interno del mercato dell’automotive non tutto sembra quadrare com’era nei piani. Una determinata promessa fatta da Tesla, infatti, potrebbe non realizzarsi affatto.

Tesla Cybertruck, che succede? Novità in merito

Tesla Cybertruck, il pick-up più atteso al mondo, dal 40 novembre prossimo potrà essere finalmente consegnato ai clienti che lo hanno preordinato in largo anticipo. Non sappiamo ancora molto sui dettagli legati alla vettura in questione, se non che il suo design è fortemente spigoloso e altrettanto singolare.

tesla cybertruck autonomia
Tesla Cybertruck, autonomia al ribasso (electricmobility.it – Tesla)

Forse, però, adesso potremo sapere qualcosa in più sulla sua autonomia. Ma partiamo dal principio; a fine 2019, Tesla era abbastanza sicura di sé da creare un sito web dedicato al cybertruck con tanto di versioni e potenziali autonomie. Pagina successivamente rimossa, lasciando più di un dubbio a papabili compratori e addetti ai lavori. Dubbi rimasti anche nel 2023, anche se qualcuno – almeno lato autonomia – potrebbe aver scoperto qualcosa di molto importante.

Ci riferiamo ad un utente del forum Cybertruck Owners Club; quest’ultimo ha beccato un pick-up Tesla a ricaricare presso un Supercharger in California. In seguito si è avvicinato a dare un’occhiata, anche se il veicolo era in grande difficoltà non riuscendo a ricaricare la sua batteria. L’ingegnere che lo aveva in consegna era in attesa di un carro attrezzi. Nel frattempo, comunque, quest’ultimo ha scambiato qualche parola con l’utente del forum.

Risultato? Nemmeno il tecnico sapeva quale fosse esattamente l’autonomia del Cybertruck. Ha solo detto che “dovrebbe essere uguale o leggermente meglio della Model X”. Quindi non dovrebbe superare i 576 km della versione Dual Motor. Se così fosse, in tanti rimarrebbero delusi. Nel 2019 Elon Musk aveva promesso almeno 800 km di autonomia. Magari, però, questo particolare modello arriverà solo prossimamente.

Impostazioni privacy