Sogno cabrio, elettrica da 13mila euro: per qualcuno è già realtà

Un’auto che ha già colpito milioni di persone, una cabrio elettrica a questo prezzo non si era mai vista

Tra le mille evoluzioni a cui stiamo assistendo per quel che riguarda il mercato delle auto elettriche ce ne è stata una ancora poco evidente ma che in futuro sarà il fulcro per il successo di questa tecnologia, ovvero la riduzione dei costi.

Cabrio a 13mila euro
Cabrio a 13mila euro – electricmobility.it

In quest’ottica però qualcosa si sta già facendo e dalle cifre proibitive inizialmente proposte per i veicoli elettrici, stiamo via via assistendo a decrementi di prezzo che stanno avvicinando l’elettrico ad ogni fascia di reddito. In Italia il veicolo più economico al momento resta la Citroen e-C3, acquistabile per una cifra intorno ai 22.000 euro ma la Fiat è già pronta per la produzione della nuova Topolino, una citycar a due posti per la quale la spesa scenderebbe di quasi 10.000 euro. Al momento una macchina in grado di offrire i vantaggi dell’elettrico ad un prezzo davvero super però esiste già e come in molti avranno immaginato viene dalla Cina.

Wuling porta sul mercato la cabriolet più economica di sempre, solo 13.000 euro per la Mini EV

Per dare una vera scossa alla fetta di mercato che coinvolge le auto elettriche, ciò che serve veramente è riuscire a garantire prezzi accessibili a tutti e Wuling, colosso cinese dell’automotive, ha deciso di inserirsi in maniera decisa riscuotendo già un successo straordinario.

Sogno cabrio, elettrica da 13mila euro
Mini EV cabrio ( instagram-wheelsboy_auto)-ElectricMobility.it

La nuova Mini EV è un vero gioiellino in miniatura, una cabriolet a due posti dal design anche piuttosto gradevole e che in Cina sta dominando il mercato delle vendite dell’elettrico. Basti pensare che le vendite di questo modello nel paese hanno superato quelle di Tesla Model 3 in tutto il mondo, un traguardo non scontato per un veicolo che per il momento non è nemmeno entrato nel mercato europeo e americano.

A favorire le vendite è senza dubbio il prezzo, 13.000 euro per questa mini cabriolet sono sicuramente pochissimi, soprattutto se rapportati all’altra macchina più economica di questa categoria, la Mazda MX-5 Miata che è invece offerta a poco meno di 30.000 euro. Il messaggio sembra dunque chiarissimo, l’accessibilità è il cavallo di battaglia di questo piccolo gioiello anche se esistono anche aspetti che giocano a sfavore della piccola minicar.

Le dimensioni di Mini EV sono davvero ridotte e rendono il veicolo quasi un “giocattolo“, forse troppo per far sì che quest’auto possa essere presa veramente sul serio dal mercato europeo. Inoltre l’assenza di un vero bagagliaio, con un vano posteriore accessibile solo dall’interno, ed i soli 2 posti a sedere sono altre limitazioni che amplificano la natura del veicolo nato per i piccoli spostamenti in città e poco più.

Il dibattito comunque resta acceso e sono molti a chiedersi se la scommessa di Wuling sia solo un capriccio di mercato o una reale alternativa in grado di stravolgere questo settore e far calare il prezzo. Ciò che è certo è che in Cina la macchina ha avuto grande successo e la scommessa fatta dal colosso cinese sembra sicuramente che sia stata vinta. Adesso non resta che vedere come risponderà l’Europa, ma è chiaro come la riduzione del prezzo dell’elettrico sia la chiave necessaria per far esplodere definitivamente le vendite di questi modelli, vendite che nel nostro paese restano pericolosamente basse, dato che le ultime indagini sulle nuove immatricolazioni del 2023 hanno evidenziato che solo un 3,9% dei veicoli immatricolati fino ad oggi sono elettrici.

Impostazioni privacy