Maltempo, pericolo auto elettrica: cosa devi sapere per evitare rischi

Brutto tempo ed auto elettriche, due soggetti che non vanno assolutamente d’accordo: attenti a non rischiare la vita.

Ormai è iniziato anche in Italia il periodo delle piogge e dei nubifragi. Le care vecchie giornate estive sono solo un ricordo ed il problema non è soltanto legato al freddo piuttosto che alle belle giornate in cui andare al mare. Purtroppo, c’è già chi si è scontrato con la dura realtà delle giornate di pioggia intensa con tutto ciò che essa comporta.

Rischio maltempo auto elettrica
Maltempo e allagamenti: i rischi da tenere presente – electricmobility.it

Anche per chi lavora spostandosi ogni giorno in auto, un giorno particolarmente piovoso può diventare un pericolo, ma ciò che non tutti sapevano è che con una vettura elettrica ci sono rischi ancor più alti. Visto che quello dell’elettrico è un mondo in cui ci siamo immersi da relativamente poco, non conosciamo ancora tanti rischi che invece potremmo vivere ogni giorno. Meglio esserne a conoscenza.

Rischi la vita, il pericolo imprevisto del maltempo

Sempre più proprietari di auto elettriche infatti iniziano a chiedersi in che modo diventi pericoloso viaggiare all’interno di una di queste se il giorno è piovoso. Il contatto con l’acqua di alcuni elementi delle vetture di nuova generazione infatti, può diventare fatale per la stessa e mettere in pericolo anche chi guida per diversi motivi. Andiamo a vedere cosa davvero si può fare per non incappare in brutte sorprese.

La tecnologia è andata già più avanti di quanto si possa pensare. Infatti, le batterie delle auto elettriche non sono in pericolo se vi scende dell’acqua sopra. Questi elementi delle macchine elettriche hanno un certificato IP66 che ne certifica la resistenza a getti d’acqua e pressione che essa può comportare. In poche parole, anche questo elemento delle nuove macchine è già testato e non sarà la pioggia a scalfirlo.

Auto elettrica: cosa fare se c'è maltempo
Auto elettrica: cosa fare se c’è maltempo (electricmobility.it)

Attenzione però, perché secondo chi ha effettuato i test, se oltrepassiamo una pozzanghera la nostra auto non avrà problemi, ma c’è pur sempre un limite di resistenza. Infatti, qualora una batteria restasse immersa per più di tre minuti per una profondità di almeno un metro o distanza superiore, allora il liquido potrebbe insinuarsi nelle batterie e rischieremmo seriamente di assistere ad un corto circuito in una cella. 

Non dovrebbero esserci pericoli di incendio, visto che la stessa acqua farebbe da refrigerante e ciò, insieme alla mancanza di ossigeno dovrebbe farci stare al sicuro. Però attenzione perché il fenomeno di cui abbiamo parlato potrebbe lasciare la nostra auto in mezzo all’acqua crescente con noi all’interno dell’abitacolo. In tal caso è ovviamente consigliato di allontanarvisi.

Possiamo restare dentro con finestrini e portiere bloccate? Questo non dovrebbe mai verificarsi, visto che i dispositivi di apertura sono alimentati dalla batteria ausiliaria al piombo, il che dovrebbe farci vivere un’esperienza sicura in tal senso.

Impostazioni privacy