Auto a guida autonoma, arriva la nuova legge: in caso di incidente su chi ricade la colpa

Quanto emerso nelle ultime ore è davvero incredibile e riguarda le auto a guida autonoma. I dettagli in merito.

Quante volte ci è capitato e ci capita di vedere in televisione degli incidenti stradali? Oppure, in mezzo al traffico, un sinistro vero e proprio? E ancora, in quante occasioni sarà capitato di leggere un articolo in merito? 

incidenti auto a guida autonoma responsabilità costruttore
Nuova legge, di cosa si tratta (electricmobility.it – Canva)

 A chi più e a chi meno, senza ombra di dubbio, sarà successa anche solo una di queste cose. Ciò dimostra quanto il settore mediatico e quello stradale siano legati alla vita delle persone. Proprio per questa ragione, si deve cercare di evitare che certi avvenimenti accadano.  

L’obiettivo per il futuro è di arrivare a zero morti, anche se la strada è ancora lunga. Nel frattempo, comunque, è stata attivata una Legge davvero incredibile. In caso di alcuni particolari sinistri, infatti, la colpa è da attestare ai costruttori automobilistici. Scopriamo qualcosa di più a riguardo di quella che sembra una novità incredibile. 

Incidenti stradali, colpa del costruttore: i dettagli 

Le case costruttrici sono responsabili per alcuni incidenti stradali. Ci riferiamo a quelli provocati dalle vetture dotate di guida autonoma. Ciò accade in Inghilterra, come voluto dalla nuova Legge annunciata oggi in Parlamento da Re Carlo III°. In questo modo gli automobilisti vengono emessi da ogni responsabilità. Nei casi più gravi, oltretutto, non verranno contati nemmeno in alcun procedimento giudiziario (se non come parte danneggiata).  

incidenti auto a guida autonoma responsabilità costruttore
Auto a guida autonoma, in caso di incidente ecco come stanno le cose (electricmobility.it – Canva)

Il rischio, per i costruttori, si traduce in possibili procedure penali; ci riferiamo all’eventualità in cui le automobili non dovessero riuscire a rispettare ogni standard di sicurezza. Senza contare che la nuova legge vieta anche qualsiasi genere di marketing ingannevole. Ciò sta a significare che potranno essere pubblicizzate solamente le autovetture a guida autonoma che lo sono davvero. In molti, a partire dall’agenzia Bloomberg, si sono chiesti cosa potrebbe accadere a Tesla.  

Ci riferiamo in particolar modo al pacchetto ‘Full Self-Driving Capability’ che costa 7.500 euro. Nella descrizione del pacchetto, si può leggere che “le attuali funzioni disponibili richiedono la supervisione attiva del conducente e non consentono la guida autonoma del veicolo”. Un punto che andrà chiarito al più presto. Ma qual è l’obiettivo di questa Legge?  

Il Parlamento inglese intende realizzare una norma certa e più chiara possibile. Non vuole sfavorire il settore tecnologico dedito all’automobilismo, ovviamente, ma rendere il quadro della situazione meno ambiguo. Anche perché sta venendo discussa la sicurezza stradale di automobilisti e passeggeri, e non è cosa da poco affatto.

Impostazioni privacy