Tesla si sta rovinando con le sue mani: ansia degli analisti per le ultime scelte

 

Continuano le incertezze riguarda le scelte di Tesla, le previsioni per il futuro potrebbero essere disastrose!

Non è di sicuro uno dei momenti migliori per il marchio Tesla Motors che, dopo aver divulgato il rapporto sul bilancio dell’ultimo trimestre, è caduto in una spirale vorticosa fatta di rumors e dichiarazioni che sono costate cifre a 9 zeri alla casa automobilistica.

Tesla si sta rovinando
Un rischio concreto – electricmobility.it

Le incertezze però non sembrano destinate a finire, una questione che potrebbe così pesare ancora e togliere ulteriore fiducia agli azionisti con conseguente calo delle azioni. I motivi di tanta preoccupazione? A quanto pare sono le scelte “sbagliate” di Musk il vero problema ed a rivelarlo è stato Philippe Houchois, analista di Jeffries, che analizzando il futuro non vede svanire le nubi continuando su questa strada.

Elon Musk sbaglia tutto! Difficile comprendere le scelte del “genio”!

Dopo gli ultimi colpi di mercato Elon Musk non ha mollato un colpo tornado sotto i riflettori con le sue dichiarazioni di voler aumentare la produzione, in particolare per quel che riguarda il suo Cybertruck, per la quale i preordini sono stati tantissimi e che a breve inizierà a circolare per le strade.

Tesla si sta rovinando
Cybertruck è la radice del problema – Electricmobility.it

 

Secondo Houchois, tuttavia, sarebbe stata proprio la scelta di investire forte su questo modello la prima causa di rovina di Tesla. Stando a quanto riportato dall’analista, ma non è lui il solo a pensarla così, il fatto che per il Cybertruck Tesla abbia dovuto rivedere profondamente i suoi piani, spende do soldi ed energie che sono state tolte inevitabilmente altrove, non è stata una scelta remunerativa, soprattutto perché questo “stop” ha favorito la concorrenza.

Il marchio Tesla quando si parla di veicoli elettrici è leader indiscusso, possiamo dire anche che è stato lui a dare il via a questa rivoluzione nel mondo dell’automobile, ma le aziende concorrenti non solo non stanno a guardare, ma in questo ultimo periodo hanno corso addirittura si più. Nel tentativo di compare il gap con la casa americana sono piovuti modelli sul mercato internazionale e la pausa che Tesla si è presa per concentrarsi sul Pick-up per ora è costata cara, togliendo più di quel che si potesse pensare.

Persino il CEO di Tesla stesso ha confermato recentemente questa teoria, affermando come forse la scelta di puntare sull’evoluzione della Tesla Model Y, veicolo elettrico più venduto al mondo, avrebbe pagato in modo migliore. Per cogliere i frutti derivati dal commercio del Cybertruck, invece, il prospetto è che ci vorrà ancora un anno, forse 18 mesi, periodo in cui potrebbe tornare ad oscurarsi il cielo sopra l’azienda di Musk.

Ad ogni modo, spesso e volentieri le visioni del genio creatore del progetto Tesla non sono state capite in tempo, ma chissà che Elon Musk non possa aver avuto ancora ragione nel decidere di spostare le attenzioni sul suo Cybertruck. Per scoprirlo però non manca ormai molto, i primi veicoli saranno presto in consegna e dopo aver sbloccato la situazione potremo davvero capire se il mercato premierà le scelte dell’azienda.

Impostazioni privacy