Auto elettrica: viaggiare di più, spendere meno. La nuova tecnologia ribalta tutto

Auto elettrica, pronta a fare finalmente passi da gigante. La nuova tecnologia è pronta a ribaltare tutto: dimezzati i tempi di ricarica, l’autonomia schizza alle stelle. Svelati i dettagli della rivoluzione

Se Batman ha il Joker, se Spider-Man ha Green Goblin e se Goldrake ha Re Vega, l’auto elettrica ha come propria arci-nemesi le lunghe percorrenze. È sulle tratte più distese, infatti, che i mezzi EV mostrano il proprio tallone d’Achille. L’autonomia già ristretta delle 100% elettriche si accorcia ulteriormente dinanzi alle alte velocità autostradali e agli altri fattori che incidono nel corso di un lungo viaggio.

Risparmio auto elettrica
Un cambiamento che fa risparmiare – electricmobility.it

Per non parlare, poi, dei tempi di ricarica e dell’impresa di dover trovare sempre una colonnina giusta al momento e al posto giusto, per non tardare troppo sulla tabella di marcia. Insomma, le batterie delle auto elettriche sono sotto la lente di ingrandimento, ma qualcosa potrebbe presto cambiare. E potrebbe farlo finalmente in meglio. Come mostrato anche nel corso del Japan Mobility Show 2023, colossi dell’Automotive come Toyota hanno mostrato la via del futuro per l’elettrico. Quale? Le batterie a stato solido, che promettono risultati da game-changer per le vetture full electric.

Maggiore autonomia e minore tempo di ricarica: la rivoluzione delle batterie a stato solido, Toyota fa sul serio

Sono diverse le case produttrici già al lavoro su questo tipo di tecnologia, ma Toyota è finora apparsa come quella più vicina a compiere una vera e propria rivoluzione. Sostituendo le classiche batterie agli ioni di litio con le controparti a stato solido, l’esperienza si traduce in un semplice (ma storico) passo in avanti: maggiore autonomia e minore tempo di ricarica. Durante il Salone di Tokyo, Toyota assicurava che le nuove batterie garantirebbero quasi 1000 chilometri di autonomia, in meno di 10 minuti di ricarica.

Batterie a stato solido rivoluzione auto elettriche
Batterie a stato solido, Toyota è la più vicina (ANSA) electricmobility.it

Serve davvero dire altro? Forse sì, se aggiungiamo che le batterie a stato solido sono più sicure di quelle (facilmente infiammabili) agli ioni di litio. E se aggiungiamo che sono anche più compatte e meno pesanti (quindi anche più potenti) rispetto alla tecnologia attuale. Al momento sono diverse le aziende al lavoro per raggiungere e rendere le batterie a stato solido un elemento producibile in serie. Un qualcosa, fino ad oggi, tutt’altro che semplice, visto che i costi di produzione sono molto alti e poco accessibili in larga scala. Sarà Toyota a trovare la chiave giusta? Intanto gli automobilisti del futuro attendono.

Impostazioni privacy