Tesla, hanno tutti una preoccupazione: ecco cosa fa storcere il naso sul nuovo modello

Dopo le prime consegne il nuovo Cybertruck di Tesla inizia già a preoccupare, ecco cosa è venuto fuori

Non è tutto oro quel che luccica, anche se il nuovo Cybertruck di Tesla luccica davvero tanto ed per quel che costa è il caso di dire che vale come loro!

Tesla, hanno tutti una preoccupazione
Tesla (pixabay-electricmobility.it)

Un gioiello vero e proprio l’ultima creazione di Elon Musk, un pick up che per prestazioni è stato in grado di battere una Porsche 911 trainandone dietro un’altra, ma che sta dando non pochi grattacapi all’azienda. Puntare sulla produzione di questo modello ha infatti aumentato le vendite ma fatto calare gli utili, una questione che sta preoccupando l’azienda e dopo parecchio forse anche lo stesso Elon Musk che ha definito il suo Cybertruck quasi un autogoal, adesso però sono altre le preoccupazioni e questa volta riguardano la salute pubblica.

Cybertruck considerato pericoloso, troppi spigoli vivi minerebbero la salute dei pedoni!

Non bastavano le preoccupazioni di ambito finanziario, adesso a colpire l’immagine dell’ultimo arrivato di casa Tesla è anche la sua possibile pericolosità tirata in ballo sul web.

Tesla, hanno tutti una preoccupazione
Cybertruck di Tesla
(instagram-tesla-electricmobility.it)

Senza dubbio la linea del Cybertruck non è di quelle più consone ma per molti la stravaganza, le forme dure, gli spigoli vivi e l’acciaio visibile sono il vero punto di forza di questa macchina, considerata quasi una macchina da guerra più che un veicolo da strada. Per molti, ma non per tutti, visto che dopo la messa in strada dei primi modelli, consegnati da poco più di una settimana, sono molto ad aver sollevato altre questioni, altrettanto spigolose.

A quanto pare, infatti, gli spigoli e l’acciaio duro che fanno la forza di questo pick up possono creare parecchi danni ai pedoni in caso di urto, anche se leggeri. Senza dubbio sbattere i un angolo di acciaio non è il massimo anche a bassa velocità, ma questa questione è davvero da tenere in considerazione? In fondo se si viene colpito da un auto forse poco importa quale sia la sua forma, ma non è da escludere che qualche accertamento al riguardo venga fatto.

La risposta dell’azienda statunitense comunque non è tardata ad arrivare, a quanto pare anche questo aspetto è stato studiato e, come dichiarato dallo stesso Elon Musk, i pannelli sembra siano stati progettati per attutire un eventuale impatto grazie a speciali nervature sulle estremità anteriori e posteriori che dissipano l’energia durante le collisioni, oltre al fatto che, sempre secondo Musk, il suo Cybertruck supererà le altre macchine della categoria in termini di sicurezza sia per occupanti che per i pedoni.

Nonostante tali rassicurazioni però gli esperti di sicurezza non sembra ancora convinti, e chissà che questa loro insistenza non mette ulteriormente i bastoni fra le ruote all’azienda statunitense.

Impostazioni privacy