Oltre 1000 km di autonomia, le nuove batterie sono formidabili: settore rivoluzionato

La vera svolte per le auto elettriche arriva dall’autonomia prolungata: ora anche la soglia dei 1.000 chilometri può essere raggiunta

Il settore delle vetture a batteria può subire una vera e propria rivoluzione grazie all’arrivo della nuova tecnologia. Sarà possibile percorrere distanze fino ad oggi inimmaginabili.

Rivoluzione sull'autonomia delle auto elettriche
Svolta per le batterie delle auto elettriche (ElectricMobility – Pixabay)

I principali problemi che si riscontrano nell’entrare nel mondo dell’elettrico sono sostanzialmente due: il costo delle auto e le ricariche. Tutti gli automobilisti del mondo si pongono questi interrogativi prima di sposare la transizione ecologica. Ovviamente il differenziale tra il prezzo di una vettura termica e una a batteria è ancora piuttosto elevato, specie dopo la fine degli incentivi governativi.

Il discorso dell’autonomia e della possibilità di ricaricare le batterie è poi immediatamente successivo. In Italia le colonnine sono in aumento per le strade e anche le wallbox in garage non sono più utopia. Esiste ancora un gap rispetto ad altri paesi europei e mondiali ma si sta lavorando per abolirlo.

Al giorno d’oggi con un “pieno” di energia si possono percorrere una media di 300-400 chilometri, in base al modello e alla potenza delle batterie. La vera svolta arriverà quando con una sola ricarica sarà possibile arrivare addirittura a 1.000 chilometri, abbattendo oni barriera attuale.

Batterie allo stato semisolido, la scommessa vinta da NIO: oltre 1.000 km con una ricarica

In realtà il traguardo straordinario dei 1.000 km con una ricarica è già stato raggiunto, grazie ad una nuova tecnologia in rampa di lancio. Si tratta delle batterie a stato semisolido, su cui sta lavorando da tempo NIO. La WeLion aveva garantito il traguardo a 3 zeri e ha mantenuto la promessa.

Svolta NIO per le batterie
Clamorosa novità per l’autonomia delle batterie (ElectricMobility – ANSA)

Per certificare il risultato lo stesso cofondatore di NIO, William Li, ha documentato il viaggio della ET7 per tutta la distanza prevista. Una diretta in streaming condivisa con il vice-presidente Shen Fei, durata per ben 1.044 km. Lungo il tragitto, da Shanghai verso Sud, l’ammiraglia dell’azienda cinese non ha dato alcun problema, arrivando a destinazione con ancora il 3% di carica (altri 30 km di autonomia).

In tutto il viaggio è durato 14 ore, andando a toccare divere località della costa orientale della Cina. Come sottolineato dallo stesso Li, le batterie a stato semisolido da 150 kWh erano già state testate in precedenza, percorrendo addirittura 1.145 km, da Kunming a Beihai, percorrendo in quell’occasione 1.145 km.

Per ottimizzare l’impresa della ET7 è stata impostata una velocità di crociera di 90 km/h, riuscendo a mantenere un consumo medio di 13,2 kWh/100 km.

La differenza tra le normali batterie e quelle allo stato semisolido da 150 kWh è di appena 20 kg (575 a 555), mentre le dimensioni di lunghezza 2,06 metri, larghezza 1,54 metri e altezza di 18,6 centimetri sono confermate. Ciò significa che potremo montarle anche nelle auto attualmente in circolazione. Per il lancio definitivo di questa nuova tecnologia bisognerà attendere aprile.

Impostazioni privacy