Auto elettriche, finalmente ci siamo: la svolta che farà impennare le vendite

Abbattuto uno degli ostacoli più difficili della mobilità elettrica: a breve cambierà tutto!

La mobilitazione elettrica è destinata a riscrivere le regole attuali ma, nonostante l’enorme potenziale visibile a tutti, sono ancora tanti gli ostacoli che non stanno promuovendo davvero a fondo il passaggio verso questa tecnologia.

Auto elettriche, finalmente ci siamo
rivoluzione auto elettrica (pixabay-electricmobility.it

Senza dubbio convincere gli acquirenti non è facile per via non solo dei costi, ancora piuttosto alti, dei veicoli elettrici di nuova generazione, ma anche per via di altri fattori che per lo più riguardano le batterie, cuore pulsante di questo tipo di veicoli. La durata delle batterie è sempre stata al vaglio, non solo per quel che riguarda l’autonomia, ma anche per i cicli di ricarica effettuabili prima che queste smettano di funzionare come dovrebbero. Riguardo le batterie già molto è cambiato rispetto ai primi modelli ed altri sono in sperimentazione, a quanto pare però il destino è segnato da una tecnologia che promette upgrade mai immaginati prima!

Batterie allo stato semisolido, una nuova frontiera che porterebbe l’autonomia oltre i 1000 Km!

A dare la notizia della rivoluzionaria scoperta è stato il CEO di NIO, azienda cinese e leader del mercato delle auto in Asia.

Auto elettriche, finalmente ci siamo
la batteria semisolida Nio per la ET7 (instagram-icarusmacsj1149 nio-electricmobility.it)

A quanto pare sembra che NIO stia testando un’accumulatore da 150 kWh in grado di rendere una ET7 viaggiante per oltre 14 ore senza ricaricare non stiamo parlando di un sogno ma di una realtà di cui si parla già molto, la batteria semisolida è infatti prodotta da WeLion e si era già parlato della sua autonomia in grado di garantire 1.000 km almeno, un dato che rivoluzionerebbe questo nuovo mercato e che pare essere stato confermato.

William Li, cofondatore e CEO di NIO ha affermato di aver testato personalmente la batteria guidando l’ammiraglia della casa, una ET7, insieme ad un compagno di viaggio per 1.044 chilometri no stop, arrivando a destinazione con ancora un 3% di autonomia. Se state pensando che queste siano solo chiacchiere, la verità è che il viaggio di Li è stato trasmesso in streaming per tutta la sua durata di 14 ore.

Per oltre il 90% del viaggio la guida è stata affidata ai sistemi di assistenza che hanno fissato la velocità a circa 90 km/h per 12,4 ore di navigazione effettiva. Un risultato niente male, soprattutto pensando al fatto che NIO dal 2025 sbarcherà anche in Europa sfidando i colossi del settore europeo su più fronti, ovvero quello del prezzo, che dovrebbe rimanere più economico rispetto agli altri veicoli di eguale categoria, e soprattutto sulla durata delle batterie, 10 volte superiore a quella proposta dalla concorrenza, fattore che potrebbe davvero cambiare le carte in tavola e significare l’esplosione dell’elettrico anche in Europa.

Impostazioni privacy