Nuova KIA elettrica, somiglia alla Panda e costa meno di 20mila euro

Colpo a sorpresa del costruttore coreano. Le linee del nuovo veicolo ricordano da vicino la piccola Fiat, il prezzo è un guanto di sfida lanciato al mercato.

Molto prima che la Cina scendesse in campo con le sue proposte a basso prezzo, il mercato entry level dell’auto era già stato da un costruttore coreano, che aveva drasticamente ridotto i prezzi di accesso all’auto. Si tratta ovviamente di Kia, che nel passato è riuscita a mettere come Rio e Picanto, capaci di scalare la classifica delle vendite e di rappresentare una sfida certamente economica, ma anche di indiscutibile qualità costruttiva

Kia Ray EV
Kia sfida il mercato dell’elettrico entry level – electricmobility.it

Dopo qualche esitazione a lanciarsi nella transizione elettrica, Kia sembra voler recuperare il tempo perduto con il lancio di un nuovo modello dalle caratteristiche davvero interessanti. Si chiama Ray EV, un nome ben conosciuto nella gamma Kia, per un’auto che però non ha nulla della frettolosa rinconversione elettrica ma è a tutti gli effetti un nuovo, importantissimo, progetto.

Al di là delle caratteristiche tecniche, che vedremo in seguito, l’attenzione è immediatamente attratta dal prezzo di vendita, inferiore ai 20.000 euro. Una barriera psicologica di grande importanza, che Kia è riuscita a non sfiorare nemmeno, proponendo un’utilitaria dalle caratteristiche avanzate ad un costo assolutamente conveniente, se non proprio da primato.

Kia sommersa dagli ordini

La Kia Ray EV è la carta che il marchio coreano gioca proprio in questo settore a rapido sviluppo, che rappresenterà in poco tempo una percentuale importantissima delle vendite di automobili nel mondo: auto elettriche a prezzo contenuto. Sicuramente importanti nei mercati maturi come Europa e Stati Uniti, ma assolutamente essenziali nei mercati emergenti, nei quali i prezzi medi sono sensibilmente più bassi, i modelli più semplici. Ma i numeri e le prospettive sono importantissimi. 

Kia Ray EV
Le linee accattivanti della nuova Kia Ray EV – electromobility.it

Asia, Cina, India, Sudamerica e Africa sono il terreno di battaglia di una categoria che fino a ieri è stata spinta da semplici propulsori termici, ma si avvia come dappertutto alla transizione elettrica. 

La nuovo Kia Ray Ev è per ora destinata al solo mercato coreano e si può ordinare solo dal 24 agosto. Eppure in questo breve lasso di tempo ha già totalizzato oltre 6.000 ordini, superando di slancio le previsioni delle Casa, che aveva previsto “solo” 4.000 esemplari venduti entro il 2023.

Il successo si spiega con il grande spazio offerto, a dispetto dei ridottissimi ingombri esterni: Kia Ray EV è lunga solo 3,59 metri e alta 1,7m ma il suo abitacolo offre spazio per tutti in un’ampia gamma di configurazioni a 1, 2 o 4 posti. Una trasformabilità piuttosto inedita sul mercato, e certamente di grande interesse.

Altra freccia all’arco della piccola coreana è un’autonomia di tutto rispetto. La sua batteria LFP ha una capacità di 35,2 kWh e si ricarica in soli 40 minuti dal 10 all’80%. È capace di alimentare un motore elettrico da 86 CV con 147 Nm di coppia, e di farlo per oltre 200 km tra una ricarica e l’altra. Un dato importantissimo, per un’auto che si presta ad un uso prevalentemente cittadino.

Impostazioni privacy