Addio incubo parcheggi, con la nuova Tesla è un gioco da ragazzi anche per i più imbranati: ci vogliono 30 secondi

Un’azienda che sta rinnovando in modo sostanziale il mondo della mobilità è la Tesla e ora anche il problema dei parcheggi non fa paura.

Sono tantissime le aziende che da qualche anno a questa parte stanno cercando di rinnovare la propria gamma elettrica, ma nessuno è anche ai livelli della Tesla. La casa americana infatti ha dimostrato di essere all’avanguardia, capace di produrre dei veicoli a impatto zero e allo stesso tempo altamente prestazionali.

Il grande cambiamento della Tesla
Tesla dice addio al problema parcheggi (ElectricMobiliy)

Già di per sé questa è stata una grandissima rivoluzione che dimostra dunque come nulla sia impossibile. La Tesla di Elon Musk è diventata uno dei punti di riferimento principali in giro per il mondo e lo ha fatto anche perché ha cercato di migliorarsi sempre di più da un punto di vista tecnologico.

Il grande sogno è quello di dare vita alla famosa auto perfetta, ovvero quella che può dirigersi in modo autonomo verso il luogo richiesto. Per ora non sono mancati i problemi, ma i miglioramenti sono sotto gli occhi di tutti o solo sbagliando si può arrivare alla perfezione.

Il sogno dell’auto impeccabile la Tesla lo sta portando avanti con la Cybertruck, indiscutibilmente uno dei modelli che ha fatto maggiormente discutere negli ultimi anni. Ci sta mettendo molto più del previsto per essere lanciato sul mercato, ma si sa che l’attesa aiuterà in un secondo tempo in fase di vendita.

Intanto su questo modello giungono importanti e clamorose novità che sicuramente faranno sì che questa automobile potrà nel prossimo futuro risolvere l’annoso problema dei parcheggi.

Tesla Cybertruck: i parcheggi non sono più un problema

Quando si decide di acquistare un SUV, o comunque un’automobile che presenta imponenti dimensioni, il primo pensiero cade sempre sul rischio di non trovare parcheggio. Le city car si chiamano così anche perché danno modo di poter trovare parcheggio facilmente, anche nelle giornate più trafficate.

Tesla Cybertruck, addio al problema dei parcheggi
Tesla Cybertruck (Tesla Media Press – ElectricMobility)

Il Cybertruck però non ha di certo paura di questi problemi e la Tesla lo ha risolto grazie all’unità Release Candidate (RC). Si può notare in questo caso come la Cybertruck abbia modo di azionare lo sterzo anche per le ruote posteriori nel momento in cui si fa retromarcia.

In questo modo dunque l’automobile può così accorciare, anche se solo in modo virtuale, il passo della vettura. Così facendo diventa molto più semplice poter effettuare le manovre in fase di parcheggio e più in generale non sarà complicato chiudere delle curve strette.

Non si tratta però di una creazione unica da parte della Tesla, infatti l’idea era già giunta in passato anche alla Renault Megane. Per quanto fosse giusto citare la casa francese è altrettanto vero ricordare come la casa transalpina avesse dato vita a un’auto molto più piccola.

La Tesla è ormai prossima a consegnare il modello più sensazionale che si sia mai visto. Il Cybertruck sta per vedere la luce e tutti gli appassionati delle quattro ruote sanno perfettamente che sarà un’automobile che rivoluzionerà il mondo motoristico come poche altre volte era successo nella storia.

Impostazioni privacy