Allarme incendio, appassionati di auto elettriche col fiato sospeso: cosa sta succedendo

Nuovi problemi in corso per le auto elettriche, con una notizia che ha del clamoroso e non farà contenti gli amanti di queste vetture.

Ormai è chiaro a tutti come la volontà di migliorare il pianeta e cercare di sviluppare quanto più possibili le auto elettriche sia diventato un problema comune e tutti. Ormai è considerata a tutti gli effetti una possibile patologia “l’eco ansia”, ovvero il timore di rovinare continuamente il nostro pianeta e non riuscire a goderselo in futuro.

Allarma per gli appassionati di auto elettriche
Incendio auto elettrica (ElectricMobility)

Sono sempre di meno gli scettici riguardo ai cambiamenti climatici e dunque è fondamentale che tutti quanti possano fare la propria parte in questa battaglia per migliorare il pianeta. Le aziende di un certo livello stanno producendo sempre più vetture a impatto zero e questo è indubbiamente molto positivo.

Nonostante questo ci sono ovviamente degli aspetti da perfezionare per le auto elettriche, d’altronde siamo comunque agli inizi di questa rivoluzione. Ecco allora che sta nascendo quella che per qualcuno si può già definire a tutti gli effetti come una patologia.

Negli ultimi mesi infatti sono avvenuti diversi problemi legati a incendi e tragedie che hanno coinvolto un gran numero di automobili. Ciò che lascia perplessi è il fatto che ogni volta che ciò accade sembra che sia diventato scontato dover puntare il dito contro i mezzi elettrici. Per questo motivo è nata una paura che nessuno avrebbe mai pensato potesse esistere.

Cosa è l’elettroautofobia? Perché è nata

Si chiama “elettroautofobia” quella che ormai ha colpito gran parte dei cittadini e dell’opinione pubblica negli ultimi. Si tratta di una paura costante che tutto ciò che possa essere direttamente collegato a incedi o guai di natura elettrica per le automobili, debba per forza riguardare una vettura a impatto zero.

Elettroautofobia, la paura delle auto elettriche
Incendio di un autobus (Ansa – ElectricMobility)

Questo è un qualcosa che ormai è diventato chiaro a tutti, anche perché sono molti coloro che stanno portando avanti una campagna davvero ai limiti del terrorismo mediatico contro queste automobili. Il concetto che viene fatto passare è che queste sono delle vetture che anche nel momento in cui sono ferme possono generare un contatto in grado di far esplodere sé stesse e ciò che vi è attorno.

Il noto conduttore di Top Gear Jeremy Clarkson è uno di quelli che maggiormente sta provando a combattere le auto elettriche, spiegando come la loro carica distruttiva possa essere equiparata a quella di sei granate. Ecco allora come mai anche nelle televisioni ogni volta che si ha modo di parlare di un incendio è facile sentire dire “si presume al problema legato a un’auto elettrica”.

Quando inoltre si ha a che fare con la cattiva informazione si rischia di commettere dei ragionamenti assurdi. Non sono mancati i commenti al di sotto della tragedia dell’autobus andato in fiamme a Bradford dove alcuni utenti parlavano della logica fine dei bus elettrici. Ecco allora come mai si può parlare a tutti gli effetti di elettroautofobia, con la speranza che il tempo possa finalmente mettere a tacere queste menzogne nei confronti di automobili che sono fondamentali per il bene del pianeta.

Impostazioni privacy