La Germania “affossa” le auto elettriche: la mossa che ha causato il crollo

In Germania il mondo dell’elettrico è in forte calo a causa di una decisione ben precisa del Governo. Un rischio che non aveva calcolato

Il settore delle auto a batteria è in forte espansione, almeno secondo i programmi politici a livello europeo. Poi però si scopre che si regge in piedi solo grazie agli incentivi pubblici.

Germania affossa l'elettrica
Germania, il crollo delle vendite: cosa c’è dietro – electricmobility.it

Raggiungere il totale passaggio tra ICE e BEV entro il 2035. La governance europea si è data questa scadenza per completare la transizione elettrica della mobilità nel Vecchio Continente, approvando la road map da seguire per il prossimo decennio. Le auto a batteria devono essere il futuro per non compromettere ulteriormente l’aspetto climatico.

La crescita delle vetture elettriche non sta procedendo però in modo omogeneo in tutti i Paesi. Alle difficoltà che possiamo riscontrare in Italia, ora si aggiunge anche il caso della Germania. Una situazione paradossale che ha però una semplice spiegazione.

Andando ad analizzare i dati provenienti da Berlino, ad agosto sono state vendute 86.649 macchine a batteria, con un aumento addirittura del 170,7% rispetto al 2022. Questo rialzo ha lasciato spazio però ad un crollo nel mese di settembre.

Auto elettriche, brusco calo di vendite in Germania: tutta colpa dello stop agli incentivi

La causa è legata alla fine degli incentivi per le aziende. Niente più soldi pubblici per aiutare il settore e subito cali nelle nuove immatricolazioni. A settembre 2023 sono state immatricolate 31.714 nuove elettriche, con un – 28,6% rispetto a settembre 2022 e – 63% rispetto ad agosto 2023. La quota di mercato delle BEV si è bloccata al 14,1%.

Calano le vendite di auto elettriche
Calo delle vendite di auto elettriche in Germania (ElectricMobility – Ansa)

Proprio in preparazione allo stop degli aiuti, nei mesi precedenti alla scadenza le aziende aveva anticipato diversi acquisti. Per questo si è registrato un duplice andamento, di crescita prima e di crollo poi. L’autorità tedesca dei trasporti, la KBA, ha sottolineato come la maggior parte delle vendite delle auto elettriche ad agosto era indirizzata a clienti commerciali.

Senza aziende ricettive e incentivi anche la Germania ha subito una bella battuta d’arresto, che fa però riflettere su quello che sia l’andamento di questo settore dell’Automotive in Europa. 

Dal primo gennaio 2024 arriverà una nuova rimodulazione degli incentivi dal governo di Berlino e questo potrebbe portare ad un aumento condizionato entro la fine dell’anno. Di certo bisognerà studiare soluzioni differenti dal semplice aiuto pubblico per permettere nel prossimo decennio di far camminare il settore con le proprie gambe.

Impostazioni privacy