Alfa Romeo, grandissima novità elettrica: la Stelvio in confronto sembra un giocattolo

In casa Alfa Romeo è pronto al debutto un nuovo gioiello ad emissioni zero, che già spaventa i rivali. Ecco i suoi segreti.

Tra i costruttori di auto che stanno maggiormente crescendo e trovando spazio in questo periodo storico, l’Alfa Romeo è un marchio che rende orgoglioso il nostro paese. Negli ultimi tempi, la casa di Arese ha fatto segnare una crescita esponenziale, e si sta espandendo molto bene anche fuori dall’Italia.

Alfa Romeo arriva un nuovo SUV
Alfa Romeo la novità è assurda – Electricmobility.it

Dei dati eccezionali, ad esempio, arrivano dalla Germania, dove il SUV Tonale è una delle auto più vendute, ma anche dalle nostre parti quest’auto sta davvero facendo la differenza. Il marchio del Biscione sta investendo tantissimo nei crossover e nell’elettrico, come dimostra quanto accadrà a breve.

Nel 2024 debutterà il nuovo B-SUV, mentre il 2026 sarà l’anno dell’esordio dell’Alfa Romeo Stelvio ad emissioni zero. La grande novità appena annunciata è il debutto di un nuovo SUV che arriverà nel 2027, e che avrà delle dimensioni davvero notevoli. Andiamo a scoprirlo nei dettagli, in attesa che arrivi qualche informazione in più.

Alfa Romeo, arriva un nuovo SUV di Segmento E

Il marchio Alfa Romeo ha un chiaro obiettivo, ovvero quello di aumentare il proprio flusso di vendite anche su nuovi mercati. Uno dei modelli su cui si punta maggiormente è il SUV di Segmento E atteso per il 2027, che sarà il quarto crossover nella storia della casa di Arese. Qualche anno fa è arrivata la Stelvio, lo scorso anno la Tonale, nel 2024 toccherà al nuovo B-SUV e tra meno di quattro anni a questo nuovo mostro della strada.

Alfa Romeo SUV in arrivo nel 2027
Alfa Romeo SUV pronto al debutto (Alfa Romeo) – Electricmobility.it

Secondo ciò che emerge, sarà senza alcun dubbio il più grande crossover realizzato da questo costruttore, che punterà a sfidare altri SUV di lusso come la Porsche Cayenne elettrica e la BMW iX. Il CEO Jean-Philippe Imparato ha detto che l’obiettivo è di vendere molto in Cina e negli USA, affermando che questo modello potrebbe non essere perfetto per il mercato europeo, dal momento che i volumi sono più piccoli e che non ci sono certezze riguardo allo sviluppo del segmento di cui farà parte.

Tra le informazioni che abbiamo, si sa che verrà costruito sulla piattaforma STLA Large di Stellantis, e che potrebbe risolvere un grave problema delle auto elettriche, almeno in gran parte. Infatti, sarà prodotto su un’architettura da 800 Volt, andando a garantirsi la ricarica ultra-rapida.

Inoltre, avrà un’autonomia di circa 800 km, pareggiando o quasi i livelli del pieno di benzina o di gasolio. Si punterà molto su un’esperienza di guida divertente e dinamica, oltre che su degli interni lussuosi e ricchi di comfort, i veri e propri punti di forza nel cercare di conquistare dei nuovi mercati.

La guidabilità è un elemento centrale, e tra i target da raggiungere ci sarà anche quello di farla sembrare, a tutti gli effetti, una vettura dotata della trazione posteriore. L’Alfa Romeo ha le idee molto chiare a riguardo, e tra qualche anno il nuovo SUV arriverà per aumentare il livello di vendite a livello globale.

Impostazioni privacy