Auto elettriche, il problema che nessuno ha considerato tranne Porsche

Le auto elettriche hanno un gran numero di problematiche, ma la Porsche ha reagito alla grande. Ecco la grande soluzione.

Il marchio Porsche è in un momento di transizione, così come la gran parte di quelli che si occupano del settore automotive. L’elettrico sta facendo passi da gigante e le case sono costrette ad innovare di continuo, con la casa di Weissach che sta attualmente lavorando su tanti nuovi modelli.

Ci pensa Porsche
Ci ha pensato solo Porsche – electricmobility.it

Se diamo un’occhiata ai numeri, la vendita delle EV sta conoscendo una notevole crescita in gran parte d’Europa, con la Francia che ormai vende un’auto su cinque che è ad emissioni zero. Anche nel nord del Vecchio Continente ci sono ottimi risultati, ma lo stesso non si può dire dell’Italia.

Dalle nostre parti, e c’è veramente poco da fare, le auto elettriche non hanno conquistato, né per quello che riguarda le utilitarie né le supercar. Il problema principale è sicuramente l’alto prezzo con cui vengono proposte, ma poi ci sono tanti altri guai che nessuno si vuole sobbarcare.

La Porsche ha però deciso di entrare a gamba tesa sul discorso autonomia, che nel caso della maggior parte delle auto ad emissioni zero è ancora un grave problema. La casa tedesca si è messa alla ricerca di una soluzione per un tipo di situazione molto frequente, con due brevetti che fanno tremare tutta la concorrenza.

Porsche, la soluzione è geniale per le auto elettriche

Sul sito web “Carbuzz.com“, è stato riportato il caso della Porsche, che ha trovato un modo per aumentare l’efficienza delle auto elettriche. Il tutto riguarda la situazione in cui viene trainato un altro veicolo, ed in quei casi, la capacità di autonomia della vettura ad emissioni zero perde ovviamente molti punti percentuali.

Porsche novità che cambia tutto
Porsche novità il cambiamento è pazzesco (ANSA) – Electricmobility.it

Il discorso autonomia è centrale in queste vetture, visto che la loro bassa capacità di coprire grandi tratti di strada tra una carica e l’altra è elemento di forte preoccupazione in chi potrebbe acquistare una di queste auto. La casa di Weissach ha depositato ben due brevetti che tentano di risolvere questo problema, con un paio di soluzioni che sembrano essere davvero geniali.

Il primo è quello più semplice, sia nel concetto che nella realizzazione, e consiste nell’installazione di un contralbero commutabile per consentire un rapporto di trasmissione unico e specifico nel momento in cui un veicolo elettrico è in fase di traino, in sostanza, una modalità fatta ad hoc per questa fase specifica.

Inoltre, c’è anche un altro brevetto, che riguarda un modo per migliorare il recupero di energia rendendo il rimorchio trainato più maneggevole, e soprattutto, meno incline ad auto-bloccarsi. In questo modo, ci sarà meno attrito, ed il mezzo che traina dovrà dissipare meno corrente elettrica, andando così a migliorare la propria autonomia.

L’obiettivo è quello di aumentare l’efficienza della parte elettrica, e questo può essere ottenuto sia agendo sulla vettura che traina che su quella che viene trainata. L’idea di casa Porsche è davvero geniale ed ora bisognerà metterla in pratica, nella speranza che tutto vada come previsto.

Impostazioni privacy