Verstappen e Leclerc sostituiti dall’AI: la novità che sconvolge tutti

Immaginatevi una monoposta guidata dall’Intelligenza Artificiale. Ferrari, Red Bull Racing, Mercedes e tutte le squadre avrebbero più seguito? Scopriamo la novità sconvolgente del prossimo anno.

La F1 ha un seguito enorme grazie ai cavalieri del rischio. Venti tra i migliori driver al mondo che compiono azioni in pista clamorose, non sbagliando nemmeno una chicane. Max Verstappen, fresco vincitore di 3 titoli mondiali, è già stato ribattezzato un robot per la sua capacità di non sbagliare mai. L’olandese è di una precisione unica al volante, non superando mai i limiti della pista e registrando i tempi migliori.

Verstappen e Leclerc sostituiti dall'AI
F1, Charles Leclerc e Max Verstappen (Ansa) ElectricMobility.it

In questa annata il figlio d’arte di Jos ha stracciato diversi record storici con il suo team. La Red Bull Racing è diventata la squadra con la più lunga striscia di vittorie della storia della categoria regina del Motorsport, superando la mitica McLaren del 1988. Max, inoltre, ha registrato lo straordinario traguardo dei 10 trionfi di fila, scavalcando Sebastian Vettel a quota 9.

Leclerc, stavolta, non ha potuto dire la sua. Nel 2022 aveva conteso, almeno nella prima parte di stagione, podi e vittorie all’olandese. Nel 2023 la Ferrari ha fatto un passo indietro sul piano tecnico e l’unica vittoria in stagione è arrivata grazie a Carlos Sainz a Singapore. Lo spagnolo ha interrotto il filotto di successi del tre volte campione del mondo al volante della RB19, ma per Charles le soddisfazioni sono state minime. In ogni caso il seguito per i piloti di vertice della F1 è cresciuto in modo esponenziale.

Negli Stati Uniti sono diventati dei veri e propri influencer, grazie a Netflix e ai social network. Dal primo all’ultimo hanno una straordinaria capacità attrattiva e, ad oggi, appaiono insostituibili. Ognuno ha il suo stile, dentro e fuori l’abitacolo, che attira categorie diverse di fan. C’è chi, però, la pensa diversamente e ha ritenuto che veicoli guidati dall’AI possano essere, altrettanto, attraenti.

L’AI prende il posto di Verstappen e Leclerc

Nel 2024 debutterà una competizione con monoposto pilotate dall’intelligenza artificiale anziché dall’uomo. All’esperimento prenderanno parte diverse squadre, tra cui una anche nostrana. Negli ultimi tempi l’AI è diventata nota perché sta trovando spazio in tutti i settori. Nessuno avrebbe potuto immaginare che avrebbe fatto capolino anche nel Motorsport. Nel 2019-21 fu lanciato un esperimento spin-off della Formula E con il nome RoboRace.

L’AI prende il posto di Verstappen e Leclerc
Charles Leclerc e Max Verstappen (Ansa) ElectricMobility.it

L’Abu Dhabi Autonomous Racing League (A2RL) troverà spazio nel 2024 con la guida autonoma protagonista. Le vetture correranno sul tracciato che ospita l’ultima tappa del calendario di Formula 1. A Yas Marina, in occasione del Gitex Tech Expo di Dubai, ha già fatto capolino la prima vettura. Si tratta di monoposto della Super Formula giapponese, telaio Dallara, opportunamente modificata.

La guida autonoma, del resto, sta trovando adepti anche sulle strade di tutti i giorni. Le prestazioni delle monoposto saranno top. Con motori Honda o Toyota, con una top speed di 300 km/h e un’aerodinamica spinta al massima, equipaggerà le vetture delle squadre provenienti dagli Emirati Arabi Uniti, dagli Stati Uniti, dalla Cina, dalla Germania, dall’Italia, da Singapore, dalla Svizzera e persino dall’Ungheria. Il montepremi finale? 2,25 milioni di dollari che per tutto il lavoro di sviluppo che c’è dietro non è nemmeno una cifra così elevata.

Impostazioni privacy