Auto elettriche, la sorpresa nascosta che nessuno sapeva: ecco cosa c’è all’interno

Le vendite delle auto elettriche non decollano, c’è però un fattore che potrebbe incidere sulle scelte degli italiani. Ecco quale.

Il momento che precede l’acquisto di una nuova vettura può essere caratterizzato da una profonda incertezza, soprattutto se non si è preso una decisione definitiva su quale sia il modello più adatto per le proprie esigenze. Il budget finisce per essere spesso il fattore che condiziona la scelta finale, proprio per questo troppo spesso si finisce per rinunciare all’idea di puntare sulle auto elettriche, ancora troppo costose rispetto all’analoga versione a benzina e diesel.

auto eletatriche sorpres
C’è una sorpresa non da poco per chi acquista un’auto elettrica – Foto | Canva – Electricmobility.it

Agire in questo modo può essere inevitabile, soprattutto in un periodo come quello di oggi, in cui sono tante le famiglie che si ritrovano a tagliare il superfluo. Poco importa, se i veicol “alla spina” dovrebbero rappresentare il nostro futuro, almeno secondo i piani dell’Unione Europea.

Auto elettriche: uno svantaggio che pochi conoscono

Quando ci si ritrova a scegliere quale sia il modello migliore da acquistare è più che normale valutare i pro e i contro, soprattutto se si è propensi dopo diverse indecisioni a puntare sulle auto elettriche. Queste ancora adesso finiscono per costare di più, ma c’è chi ritiene che l’investimento possa essere ripagato sul lungo periodo.

C’è però uno svantaggio di cui in pochi sono a conoscenza, che potrebbe spingere a mostrare ogni entusiasmo a riguardo. Il riferimento è al costo da sostenere per l’assicurazione, aspetto di cui non si può non tenere conto visto che sarà una voce di spesa da mantenere per tutto il ciclo di vita del mezzo.

auto elettriche sorpresa
L’assicurazione auto elettriche costa sempre di più – Foto | Canva – Electricmobility.it

A preoccupare è anche il fatto di come la situazione sia cambiata in breve tempo. Nel 2020, ad esempio, queste vetture erano meno diffuse, proprio per questo le polizze avevano un costo più basso, soprattutto perchè i guidatori erano ritenuti più attenti e consapevoli. Ora, invece, i premi sono più alti perché riparare un veicolo di questo tipo porta a dovrà spendere di più.

Il raffronto che si può fare rende bene l’idea del quadro. Analizzando la situazione nei primi otto mesi del 2023, un premio medio aveva un costo pari a 470 euro per le auto elettriche, pari al 30% in più rispetto al 2020. Situazione inversa invece per le vetture a benzina e diesel.

Il triste scenario italiano

Ora sul mercato la scelta di auto elettriche non manca, un po’ in tutti i segmenti, ma le scelte degli italiani continuano a concentrarsi sulle macchine con motore termico. Solo quattro Paesi fanno peggio dell’Italia come numero di vetture “alla spina” vendute: Polonia, Croazia, Repubblica Ceca e Slovacchia. In cima alla classifica troviamo la Norvegia, con l’83% di auto elettriche immatricolate, seguita da Islanda, Svezia, Finlandia e Danimarca la cui percentuale supera il 30%.

Ma quali sono le cause di questo fenomeno da non sottovalutare? A metterlo in evidenza è il sito Seguglio.it, specializzato nella comparazione dei prodotti assicurativi e non solo.

I costi ancora troppo elevati non possono non incidere, così come gli incentivi meno incisivi e arrivati in ritardo rispetto agli altri Paesi. Da non trascurare anche la rete limitata (le colonnine di ricarica soo ancora troppo poche) e il PIL pro capite sotto la media europea, che limita la capacità di spesa di molte famiglie. Insomma, la strada per migliorare sembra essere ancora lunga.

Impostazioni privacy