Autonomia da 1000 chilometri: il futuro delle auto elettriche è qui, tutti spiazzati

Una svolta incredibile che potrebbe portare l’autonomia addirittura a 1000 chilometri, una distanza davvero senza precedenti

Una macchina elettrica che può azzerare tutti i problemi di ricarica e di spostamento prolungato. Immaginate di poter fare un viaggio Roma-Milan, andata e ritorno senza bisogno di soste per l’energia.

Autonomia elettrica record
Oltre i limiti dell’autonomia – electricmobility.it

Di solito quando si parla di autonomia delle auto elettriche il riferimento è sempre a qualche centinaio di chilometri. Una delle problematiche principali che incontrano gli automobilisti che scelgono le auto a batteria è proprio quella di affrontare viaggi particolarmente lunghi. Arrivare a coprire distanze superiori a 300-400 chilometri non è cosa molto semplice, al di là di quello che viene riportato nelle pubblicità ingannevoli.

Se non consideriamo le condizioni ideali con cui vengono svolti alcuni test, è ragionevole pensare che i famigerati 500-600 chilometri con una sola ricarica siano solo una chimera. A cambiare le carte in tavola questa volta può essere però la Lexus. Si perché nonostante lo stesso Elon Musk abbia sbandierato per le sue vetture numeri da urlo, ad arrivare a 1.000 chilometri di autonomia, per un SUV, potrebbe essere proprio il marchio giapponese.

La gamma di lusso della Toyota ha studiato un nuovo motore in grado di raggiungere picchi incredibili, con la vera svolta sull’autonomia.

Lexus, una vera svolta per le auto elettriche: per la LF-ZC e la LF-ZL si punta a 1.000 km di autonomia

La Lexus LF-ZC, concept presentato dalla Toyota al Salone di Tokyo, e il super Suv LF-ZL, saranno una vera svolta in arrivo nel 2026. Entrambi questi concept sono sviluppati con una nuova piattaforma studiata proprio per modelli elettrici.

La nuova Lexus con autonomia da urlo
Arriva la nuova elettrica con 1.000 km di autonomia (ElectricMobility – Ansa)

Il posizionamento della batteria, ad esempio, sarà in zona centrale, per non creare problemi nella realizzazione del design anteriore e posteriore. Le specifiche tecniche del cuore elettrico del motore non sono state ancora diffuse ma si sta lavorando appunto sull’autonomia di 1.000 chilometri. Le forme accattivanti, con la classica clessidra che forma la mascherina anteriore, abbinate ad alcune linee spigolose che fanno molto “future” non intaccheranno lo spirito Lexus. Inoltre sia per la berlina che per il SUV si parla di prestazioni degne di nota.

Lexus LF-ZC ed LF-ZL saranno in grado di migliorare sia in durata che in velocità e progressione, diventando un punto di riferimento del settore. Per toglierci tutti i dubbi e vederle sul mercato bisognerà però attendere ancora circa 3 anni (2026), così come per conoscere il prezzo effettivo.

Impostazioni privacy