Mini, elettrica, giapponese: costa meno di 14mila euro, chi la guida si innamora

Una nuova auto elettrica giapponese è pronta per far impazzire il mercato, con dimensioni ridotte e powertrain del tutto elettrico.

Il mondo delle quattro ruote sta cambiando, con l’avvento delle auto elettriche che punta a fare scuola. Tuttavia, per il momento non c’è stata una risposta eccezionale da parte della clientela, che non se la sente di cambiare del tutto le proprie abitudini e dire addio al motore a combustione per passare a quello elettrificato, soprattutto per via di costi d’acquisto molto elevati.

Elettrica giapponese Nissan
Elettrica giapponese tutti la vogliono – Electricmobility.it

Questi gioielli di tecnologia hanno dei costi di produzione molto alti, che ovviamente si riflettono sulle tasche dei clienti. Proprio per evitare questo problema, dall’Asia stanno arrivando tanti modelli di piccole dimensioni ed a basso costo, ideali per circolare nelle città e non avere alcun tipo di problema.

Se sulla Cina pende l’incubo dell’indagine Anti-Dumping per individuare eventuali sussidi statali, il Giappone sta facendo al meglio il proprio lavoro sulle auto elettriche, e dalla Nissan è stata da poco svelata una grande novità. Si tratta di un modello che riscrive il concetto di auto compatta, e che punta a fare la differenza in tutto il mondo.

Auto elettrica, guardate la novità della Nissan

Oggi faremo un salto in una zona del mondo molto lontana, vale a dire in Giappone, dove le auto elettriche vogliono iniziare a prendere spazio. Anche la Toyota si è convinta di passare all’elettrico, mentre la Nissan di vetture molto interessanti ne ha già presentate diverse. In questi giorni, ha tolto i veli al siluro elettrico Hyper Force, con 1.300 cavalli di potenza massima ed un carico aerodinamico da F1, ma per il momento si tratta solo di una Concept Car.

Nissan Sakura elettrica nipponica
Nissan Sakura novità pazzesca (Nissan) – Electricmobility.it

Nel frattempo, la casa nipponica ha invece svelato una vettura molto più pratica, e stiamo parlando della Kei Car Sakura. Questa definizione indica quelle vetture molto piccole sotto il profilo delle dimensioni, ed al momento, è stata pensata solamente per il mercato giapponese, ma non è da escludere che in futuro possa arrivare anche in Europa.

I punti di forza sono la maneggevolezza ed il raggio di sterzata, che è di ben 4,8 metri. Inoltre, pur avendo delle dimensioni ridotte, gli interni vengono descritti come molto spaziosi, con un motore elettrico che ha 47 kW di potenza massima e 195 Nm di coppia. Utile anche il sistema di parcheggio automatico Pro-PILOT Park.

Inoltre, la Sakura offre varie modalità di guida, ovvero la Sport, più prestazionale, ma che consuma più batteria,la Standard e la Eco, quella da utilizzare quando si vuole consumare meno. Per quanto riguarda l’autonomia, essa si ferma a 180 km, ma c’è sempre da ricordare che si tratta di un’auto da città, con la quale è inutile andare fuori dal centro.

Il prezzo è di circa 13.200 euro considerando gli incentivi locali, che per un’auto elettrica, dalle nostre parti, sono un vero e proprio miraggio. Dunque, la Nissan ha messo a disposizione dei clienti del Sol Levante un modello molto interessante, che sicuramente farà parlare di sé nei prossimi anni. Vedremo se arriverà da noi o meno.

Impostazioni privacy