Auto elettrica: “stiamo sbagliando approccio”, scatta l’allarme per i nuovi dati

I dati riguardanti il mondo delle auto elettriche hanno fatto scattare l’allarme. Secondo l’esperto, però, c’è un approccio sbagliato

Il momento non è dei migliori per il settore e, forse, in tanti si aspettavano che ciò sarebbe successo. Il monito, infatti, era già stato lanciato tempo addietro e a farlo erano state le aziende automobilistiche più celebri. Queste ultime sono state obbligate ad una corsa contro il tempo per poter arrivare il prima possibile a una transizione ecologica capace di poter rallentare gli effetti disastrosi dei cambiamenti climatici, ma sembrano ancora indietro con il progetto.

Approccio sbagliato con le auto elettriche
Abbiamo sbagliato approccio con le auto elettriche – Electricmobility.it

Secondo quanto riportato da parte di alcuni esperti, però, si sta solamente sbagliando approccio verso il settore delle auto elettriche. In particolare, in questi ultimi tempi molte testate giornalistiche gridano all’allarme del comparto, data la forte difficoltà che alcune multinazionali globali stanno trovando nel cambiare modo di produrre. Queste aziende hanno esperienze secolari nella produzione di auto a motore endotermico e il passaggio a quello elettrico sembra proprio averle messe in difficoltà.

A dire ciò sono i numeri, come ad esempio quelli della General Motors, visto che ha abbandonato l’idea di costruire 400 mila veicoli a motore elettrico per la metà del 2024. Ciò è dovuto a un ritardo nella costruzione di diversi esemplari elettrici e l’azienda ha anche messo in stand by un impianto nuovo di batterie.

Ma anche la Ford non sembra passarsela affatto bene in merito a questo settore, dato che ha subito una perdita di circa 36 mila euro per veicolo. L’azienda statunitense aveva già lamentato diversi problemi in merito e si era dedicata maggiormente alla produzione di modelli ibridi.

Un approccio del tutto sbagliato

Secondo quanto riportato da Insideevs.it, tramite le parole del direttore del sito, anche Elon Musk aveva messo in guardia tutti sul tema dei problemi di produzione che avrebbe dovuto affrontare.

Tesla e il successo con le auto elettriche
Il successo delle Tesla (Pixabay.com) – Electricmobility.it

Negli States i profitti trimestrali sono visti come inscindibili e al di sopra di ogni altra strategia, ma forse non sono quelli adatti ad affrontare il tema della transizione. In particolare, anche la Tesla inizialmente aveva faticato, prima di arrivare ai suoi strepitosi livelli attuali.

“Stiamo sbagliando l’approccio”, afferma l’articolo del direttore Patrick George, perché se la Tesla è il punto di riferimento da cui prender spunto, bisogna ricordare quanto abbia faticato per arrivare lì dov’è. Purtroppo, però, gli azionisti puntano a dei profitti immediati, in caso contrario difficilmente le aziende si cimentano in qualcosa di nuovo. Questa volta, però, per il bene del pianeta e della salute dei cittadini urge un cambio di tendenza e un approccio capace di poter fare una progettazione a lungo termine.

Impostazioni privacy