Elon Musk non ci sta, si accende la sfida: non le ha mandate a dire

Il magnate americano di origine sudafricana ha deciso di rispondere a tono su un tema che lo ha fatto letteralmente impazzire

Musk ha deciso di accendere una sfida a distanza con un “concorrente”, rilasciando delle dichiarazioni piuttosto piccanti e poco diplomatiche. Gli amanti di Tesla sono rimasti stupiti.

Musk lancia una nuova sfida
L’ultima sfida di Elon Musk (ElectricMobility – Ansa)

Il momento attuale non è particolarmente florido per Tesla a livello di mercato. Il colosso americano ha delle difficoltà notevoli nel mantenere alto il livello delle vendite e il calo della domanda ha portato anche ad un crollo del titolo in borsa. Elon Musk si aspettava tutto questo, visto gli andamenti dei mercati e del mondo dell’elettrico e perciò ha iniziato a diversificare i suoi sforzi.

Uno degli ambiti dove sta cercando di spingere forte il magnate americano è quello delle ricariche. Dal 2023 il famoso Tesla Supercharger, ovvero la rete di stazioni di ricarica rapida in corrente continua a 480 V costruita dall’azienda statunitense, sarà utilizzabile da terzi. Non solo quindi chi possiede i modelli di Musk potrà usufruire del servizio ma anche tutti gli altri automobilisti “in elettrico“.

Tra questi ci sono anche i clienti Lucid, la grande concorrente americana di Tesla. Nata nel 2007, praticamente in contemporanea con il brand del tycoon di origine sudafricana, il colosso dell’elettrico ha raggiunto livelli davvero ragguardevoli.

Tesla, i Supercharger saranno utilizzati anche da Lucid: Elon Musk lancia un commento pungente

La notizia di queste ore riguarda proprio Lucid e la possibilità dal 2025 di avere accesso in Nord America a 15.000 Supercharger di Tesla. In più da quella stessa scadenza sarà possibile per tutti i nuovi veicoli elettrici prodotti dal brand americano avere la compatibilità con lo standard di ricarica NACS, e per chi avesse un modello già esistente sarà possibile utilizzare un adattatore.

Cambia tutto con i Tesla Supercharger
Rivoluzione in casa Tesla (ElectricMobility – Ansa)

Lucid, così come quasi tuti gli altri grandi marchi dell’elettrico, sono venuti a patti con Tesla per quanto concerne il sistema di ricarica veloce. Visto il “derby” americano, ovviamente Elon Musk non ha sorvolato sulla notizia ma anzi ne ha preso spunto per un commento sarcastico e pungente su Twitter (X).

Deve essere stata una pillola amara da ingoiare“, ha scritto sul proprio profilo ufficiale, accompagnando il tutto con una risata a crepapelle in emoticon. Nessuna reazione da parte di Lucid, che anzi ha esaltato l’accordo attraverso le parole del CEO e CTO Peter Rawlinson, pronto a sottolineare l’importanza strategica futura di tale mossa.

Impostazioni privacy