Allarme Tesla, ora Elon Musk è avvisato: ecco cosa sta succedendo

Per la Tesla sono tempi duri, ed ora Elon Musk ha una nuova avversaria. Ecco il motivo per cui sta davvero tremando.

In casa Tesla si continua a viaggiare tra alti e bassi, con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti. La compagnia di Elon Musk ha avviato la famosa guerra dei prezzi, tagliando i costi delle proprie vetture all’inizio di quest’anno, per far fronte al grande calo di vendita che c’era stato nel 2022.

Tesla Elon Musk la Polestar fa paura
Tesla Elon Musk brutte notizie (ANSA) – Electricmobility.it

In un primo momento, questa scelta aveva pagato bene, dal momento che c’era stata una netta impennata delle vendite, con la Model Y che è diventata, per distacco, l’auto più immatricolata d’Europa, facendo una grande differenza sui modelli termici, un risultato a dir poco eccezionale.

Tuttavia, nel corso dell’estate c’è stato un nuovo calo, con gli investitori che non l’hanno presa molto bene e numerosi cali di interesse. La Tesla, dunque, sta conoscendo una fase complessa, che non è destinata a risolversi, anche per via dell’arrivo di una grande serie di competitor in chiave futura.

Tesla, ora è la Polestar a fare paura ad Elon Musk

Dopo i problemi sul fronte delle vendite, per la Tesla si profilano altri guai causati dalla concorrenza, che dalla Cina e dal resto del mondo sta arrivando prepotente. Il brand di casa Geely, ovvero la Polestar, ha organizzato una giornata nella quale ha annunciato le grandi novità previste per il suo futuro, che puntano a rivoluzionare il mondo delle emissioni zero.

Polestar fa paura a Tesla
Polestar marchio in crescita (Polestar) – Electricmobility.it

Prima di tutto, sono state svelate le grandi novità, ovvero la 2 Model Year del 2024, ma anche la 3 e la 4, oltre alla 5 che ha una potenza massima superiore agli 800 cavalli, diventando una delle EV più potenti in assoluto. Inoltre, è stata annunciata una partnership con Renault Korea Motors, che si occuperà di costruire a Busan, proprio in Corea del Sud, la Polestar 4.

Si tratterà della prima auto elettrica che il marchio produrrà in quel paese, con l’obiettivo di modificare l’impronta industriale e diversificarla in giro per il mondo. Sono in programma altre importanti collaborazioni, con l’obiettivo di produrre delle auto che mettano al centro le prestazioni e l’autonomia, ma sempre guardando a dei prezzi che, per le tecnologie che vengono messe in mostra, non siano troppo costose.

Di certo, per la Tesla si tratta di una brutta gatta da pelare, dal momento che l’idea di fare da monopolista nel campo delle EV è ormai superata. Infatti, la sfida cinese fa tremare Elon Musk ed anche gli altri marchi mondiali, soprattutto quelli europei, che in questa fase sembrano aver frenato la loro crescita sul fronte delle consegne, rendendo quasi vani i grandi investimenti che sono stati fatti.

Una grande novità, oltre che dall’ascesa della Polestar, è rappresentata da Ampere, la divisione del gruppo Renault. L’obiettivo è quello di dimezzare i costi di produzione di batterie e motori elettrici, cosa che porterà ad una netta riduzione dei prezzi, ovviamente nel caso in cui ci siano dei risultati importanti. Il futuro promette battaglia.

Impostazioni privacy