Allarme Tesla: ora le rubano così, dettaglio pericolosissimo

Per la Tesla è appena arrivata una notizia molto negativa, che peggiora un quadro già delicato. Ecco cosa è accaduto.

La fase attuale non è così semplice per le auto elettriche, che dopo alcuni progressi sul fronte delle vendite hanno conosciuto un nuovo passo indietro. Di certo, ciò non fa la felicità di casa Tesla, che dopo un inizio di 2023 da urlo si ritrova a fare i conti con un nuovo calo di vendite. In questi giorni, inoltre, stanno per iniziare le consegne del mostruoso pick-up elettrico, vale a dire il Cybertruck, modello che è stato svelato nel 2019 e di cui poi si erano perse del tutto le tracce.

Tesla le rubano facilmente
Tesla che guaio – Electricmobility.it

Il 30 di novembre prenderanno il via le consegne, anche se si parla di tante disdette da parte di chi l’aveva pre-ordinato, a causa di un netto aumento dei prezzi. Inoltre, ora la Tesla avrà a che fare con un’altra limitazione non da poco, che riguarda un altro modello. Ecco perché c’è un serio rischio che la vostra auto venga rubata.

Tesla, ora scatta un vero e proprio allarme

Il 2023 è stato dunque un anno ricco di alti e bassi per la Tesla, che ha svelato al mondo la nuova Model 3, le cui consegne inizieranno nel 2024. Si tratta di un modello molto avanzato dal punto di vista tecnologico, con il design che è stato leggermente rivisto ammorbidendone le forme, mentre, all’interno, è stato realizzato un sistema audio del tutto nuovo fatto da ben 19 altoparlanti, per regalare un’esperienza a bordo davvero notevole.

Tesla Model 3 rischio furto
Tesla Model 3 in mostra (Tesla) – Electricmobility.it

Tuttavia, su questo modello c’è un modello non da poco che è legato alla sicurezza, che rischia di portare la Model 3 Highland ad essere oggetto di furti. Come ben sappiamo, le auto della compagnia di Elon Musk sono le più sicure al mondo da questo punto di vista, in quanto sono sempre connesse alla rete e sono facilmente individuabili. Inoltre, in caso di furto attivano la modalità sentinella che consente alle autorità di individuarle subito, oltre alla protezione del Pin Code che le rende quasi invalicabili.

Sulla nuova Model 3 è stata adottata una nuova tecnologia sulla quale, secondo un esperto, è stato commesso un errore, che la rende più vulnerabile ai furti. In sostanza, nel tentativo di semplificarvi al meglio la spiegazione, è stato adottato un cavo Ethernet ed i moduli sono stati spostati in una zona che si reca all’esterno della mainboard.

In questo caso, i cavi vengono posti all’esterno, sul tetto della vettura. Secondo l’esperto che su X si fa chiamare Green, questo permette a chi è esperto di tecnologie e di operazioni così complesse di agire facilmente sull’esterno della vettura, evitando di dover mettere le mani sui circuiti interni, che rendevano i furti quasi impossibili.

La Tesla dovrà cercare di reagire in fretta a questo guaio, che di sicuro potrebbe avere un impatto non da poco sulle vendite. Le consegne inizieranno a breve e questo problema va riveduto e corretto, in modo da continuare a garantire la quasi completa invulnerabilità ai tentativi di furto.

Impostazioni privacy