Prezzi dimezzati: tra poco calerà il costo delle auto elettriche, ecco la cifre

I prezzi sono uno dei grandi problemi delle auto elettriche, ma ora può cambiare tutto. Ecco le grandi novità future.

Siamo in un momento in cui il mercato dell’auto sta cercando di rialzarsi dalla grave crisi di vendite, con l’Europa che sta facendo registrare un trend positivo. Tuttavia, l’ascesa delle auto elettriche pare essersi fermata, con la clientela che non si fida di acquistare questa tipologia di modelli, per tanti motivi.

Auto elettriche prezzi in calo
Auto elettriche bella notizia – Electricmobility.it

Quello principale è il prezzo molto alto delle auto elettriche, dal momento che possono volerci anche 30.000 euro per acquistare una citycar. Le ultime notizie però, ci dicono che qualcosa sta per cambiare, con il settore delle quattro ruote che è in grande crescita grazie al calo di una materia prima fondamentale.

Auto elettriche, ecco perché il prezzo può scendere

Tutti i costruttori hanno bisogno di vedere scendere i costi di produzione delle auto elettriche, in modo da poter far diminuire anche i prezzi da proporre alla clientela. Globalmente, i costi d’acquisto delle vetture ad emissioni zero hanno iniziato a calare in questi ultimi mesi, ma è ancora troppo poco per sperare di dare battaglia al motore termico.

Elettriche prezzi in discesa
Elettriche in carica (Pixabay) – Electricmobility.it

Tuttavia, c’è ottimismo da più parti per riuscire a dare una svolta a questo settore, per rendere le EV un mercato competitivo. Il motivo dei prezzi alti delle auto elettriche sta tutto negli alti costi di produzione delle batterie, ed è proprio questo l’elemento che dovrà costare meno se si vuole dare una svolta al settore.

A tal proposito, gli analisti di Goldman Sachs prevedono che il prezzo delle batterie scenderà di parecchi nel corso dei prossimi anni, e si immagina anche un netto calo del costo d’acquisto delle EV, legato proprio a questo vantaggio. Secondo le previsioni di questa società, il prezzo scenderà a 99 dollari a kWh entro il 2025, per cui, è una proiezione a breve termine.

Secondo quelli che sono i dati che abbiamo a disposizione, si tratterà di un calo del 40% rispetto al 2022, una diminuzione notevole e che puà costituire una vera e propria rivoluzione per il settore della mobilità. Ovviamente, ciò dipenderà da molti fattori, ma quando gli esperti della materia si sbilanciano in questo modo c’è da avere fiducia. A renderle meno costose sarà il calo del prezzo delle materie prime, come il nichel, il litio ed il cobalto, che andranno a calare di parecchio nei prossimi periodi.

Di conseguenza, il mercato delle auto ad emissioni zero potrà conoscere una netta impennata nei prossimi anni, una proiezione che sicuramente non fa che ben sperare i marchi automobilistici. Infatti, quasi tutti hanno puntato sulla conversione della produzione, ma per ora non ci sono stati risultati che abbiano ripagato dei grandi investimenti e degli sforzi economici fatti.

Le auto ad emissioni zero vengono viste come il futuro delle quattro ruote, e quello della diminuzione dei costi è il primo passo che deve essere fatto. I marchi si augurano di poter spendere meno per produrre, ed il momento della svolta sarà proprio quello, atteso ormai da tanti anni.

Impostazioni privacy