Tesla Cybertruck, ritardi di anni: esce la notizia drammatica

Ancora problemi per il mezzo più atteso per Tesla: i clienti potrebbero trovarsi davanti a liste d’attesa faraoniche, ecco il motivo. 

Quando devi produrre un veicolo che ha letteralmente gli occhi di tutto il mondo addosso, c’è poco da fare, ogni dettaglio deve essere perfetto. Il rischio è che “l’hype” attorno al mezzo che hai tanto faticato per costruire, progettare e in ultimo portare negli autosaloni deluda le aspettative dei clienti, creando un pessimo precedente per il marchio. Ci sono aziende che hanno fallito per molto meno, dopo tutto!

Tesla ricarica auto
Tesla, il problema è serio (Canva) – Electric Mobility.it

Stiamo ovviamente parlando del Tesla Cybertruck, uno dei veicoli più attesi del 2024, un mezzo che nelle intenzioni di Elon Musk dovrebbe cambiare il modo in cui concepire il pick-up con le ultime indiscrezioni che parlano addirittura di un veicolo anfibio! Dotato anche di un innovativo sistema a più motori, il mezzo è arrivato sul mercato non senza ritardi e controversie. Ma non è finita, ancora…

Infatti secondo diverse fonti sembra che il gettito produttivo del veicolo potrebbe non essere all’altezza delle aspettative della casa. Il rischio? Che i clienti debbano aspettare ancora molto tempo per poter mettere le mani sul loro nuovo veicolo e in generale, per potersi mettere alla guida del Cybertruck. Ma scopriamo tutto insieme.

Tesla, problemi e ancora problemi

Secondo la stampa americana che finora ci ha azzeccato praticamente su tutto riguardo lo step produttivo del veicolo americano, la gigafactory che dovrà produrre le celle per le batterie, le tanto chiacchierate 4680 che si distinguono dalle altre costruite ed usate dal brand per delle dimensioni maggiori, potrebbe non riuscire a stare al passo con la produrne dei veicoli che le equipaggiano.

Cybertruck brutte notizie
Tesla Cybertruck, ancora una notizia pessima (Ansa) – Electric Mobility.it

Ora, la fabbrica ha già aumentato dell’80% il ritmo della produzione, secondo alcune notizie uscite quest’estate, peccato che non basti. I dati di Reuters infatti ipotizzano che Tesla abbia una capacità produttiva di celle per 24mila mezzi di questo tipo l’anno, senza contare ovviamente eventuali ricambi per i mezzi da riparare. Le aspettative di Musk? Il bizzarro e celebre miliardario spera di costruire e vendere almeno 125mila Cybertruck già il primo anno.

Una prova del fatto che Tesla potrebbe arrancare in questo senso è che inizialmente, le 4680 dovevano essere montate anche sul Model Y ma sarebbero state dirottate tutte per il nuovo Cybertruck. Basterà per non far attendere mesi e mesi ai clienti per avere uno di questi veicoli come accade con le supercar artigianali? Speriamo che una grande azienda come Tesla abbia un piano b e possa gestire ottimamente la situazione!

Impostazioni privacy