Auto elettriche, è allarme mondiale: la situazione sta precipitando

Ancora problemi per le automobili elettriche su scala mondiale: la situazione non sta migliorando assolutamente e i dati sono preoccupanti a dire poco. 

Ovvio che i cambiamenti richiedono tempo ma forse, non ne abbiamo abbastanza: il messaggio che gli esperti, gli economisti e gli scienziati lanciano da anni è che non abbiamo più molto tempo per evitare i cambiamenti irreversibili e pesantissimi che colpiranno il nostro pianeta se non riusciamo a ridurre drasticamente l’inquinamento atmosferico molto in fretta.

Automobili elettriche notizie
Le auto elettriche non ci stanno sorprendendo abbastanza… (Canva) – Electric Mobility.it

Naturalmente non bastano le automobili elettriche da sole ad invertire una tendenza a distruggere il pianeta che va avanti da secoli ma sicuramente, se la transizione ecologica riuscisse avremmo un piccolo problema in meno di cui occuparci: solo che secondo i dati relativi al mercato delle automobili elettriche, questo tipo di vetture non sono ancora popolari quanto dovrebbero esserlo per farcela…

I dati che arrivano dal mercato sono preoccupanti con diverse case come ad esempio Volkswagen, General Motors e adesso pure Honda che stanno abbandonando progetti legati alla mobilità elettrica o addirittura fermando temporaneamente la produzione di auto elettriche per cui non c’è sufficiente domanda, come nel caso della GMC Sierra che è solo l’ultima di una lunga serie di vetture che non hanno venduto quanto dovevano.

Segnali poco incoraggianti

L’ultima notizia che getta nello sconforto gli economisti e l’addio all’accordo che proprio GM ed Honda avevano siglato per la creazione di una nuova piattaforma per crossover da introdurre entro il 2027: sarebbe stata la stessa Honda scoraggiata dai risultati dei modelli del brand americano a rinunciare all’accordo, come se non convenisse più farlo.

Tesla Model Y
Nemmeno un’auto venduta su scala globale come la Model Y basta ad invertire la tendenza (Ansa) – Electric Mobility.it

Certo qualche segnale incoraggiante c’è, ad esempio il marchio americano Tesla è riuscito a battere tutti in Europa con la Model Y che è l’automobile più venduta dei primi mesi del 2023 ma non stiamo crescendo abbastanza in fretta. Solo il 16% delle vetture vendute quest’anno, almeno nei primi nove mesi, sono elettriche di ogni genere.

Serve qualche intervento, è evidente che gli incentivi non bastano, che i prezzi delle automobili elettriche sono ancora troppo alti, che l’autonomia e i tempi di ricarica non convincono e che il grande pubblico non crede in questa transazione che comunque, non arriverà prima del 2035. E forse sarà già troppo tardi per fare veramente la differenza.

Impostazioni privacy