Tesla, puoi fartela in casa sul serio! Il sistema che hanno trovato è surreale…

Adesso tutti possono costruire un veicolo Tesla in casa: un esperto ha escogitato un sistema geniale per riuscirci. Ecco di cosa si tratta.

La Tesla è una delle case automobilistiche più famose al mondo, soprattutto grazie ai suoi veicoli a zero emissioni pieni di dispositivi tecnologici di altissimo livello. Inoltre, l’obiettivo principale dell’azienda di Austin è accelerare la transizione del mondo verso le auto elettriche. Non a caso nel 2015 è stata inserita nella lista delle aziende più innovative della Terra. Nel 2018, invece, ha raggiunto il traguardo delle 500.000 auto vendute, mentre nel 2020 ha toccato addirittura 1 milione di veicoli prodotti.

la tesla fatta in casa
Un’auto Tesla fatta in casa (foto ansa) – electricmobility.it

E non solo: il 25 ottobre 2021 è riuscita ad arrivare a 1.000 miliardi di dollari di capitalizzazione azionaria. Ciononostante, un esperto di automobilismo è stato in grado di realizzare un veicolo Tesla in casa, attraverso un materiale speciale.

Una Tesla fatta in casa

Recentemente, un esperto ebanista e meccanico ha realizzato una Tesla Cybertruck da consegnare direttamente ad Elon Musk. Per la precisione, l’ebanista/meccanico e suo figlio sono riusciti a costruire il famoso pick-up elettrico in soli 100 giorni. Ciò che sorprende maggiormente è il fatto che sia tutto funzionante e curato nei minimi dettagli. Inoltre, il portellone posteriore telescopico è in grado di aprirsi e di trasformarsi in una rampa. Attualmente, il veicolo costruito da ND Woodworking Art sta ultimando i test su strada, dopodiché sarà consegnato al CEO di Tesla.

la tesla fatta in casa
Tesla Cybertruck in legno (foto YouTube) – electricmobility.it

Come è avvenuta allora la costruzione? Innanzitutto, i costruttori sono partiti da una struttura in alluminio, sulla quale hanno applicato i pannelli in compensato. Chiaramente, durante la realizzazione hanno seguito il design originale del veicolo, in particolar modo le varie proporzioni e misure. Inoltre, dopo l’assemblaggio del telaio si sono dedicati alle sospensioni, al motore elettrico e alla batteria. In seguito, hanno curato ogni dettaglio delle ruote, delle portiere e della carrozzeria.

Quest’ultima è prevalentemente realizzata con il legno, attraverso dei pannelli tagliati con estrema precisione. Ovviamente, i costruttori hanno creato anche dei contrasti di colori per ravvivare il design: alcune parti sono in compensato chiaro, altre invece in legno scuro. Successivamente, sono riusciti a ricopiare anche l’abitacolo della Cybertruck, inserendo i sedili avvolti dal legno, il volante, il cruscotto ecc.

Inoltre, hanno utilizzato il legno persino per creare i cerchi delle ruote. Infine, i due ebanisti/meccanici hanno applicato le bellissime luci LED dei fari, il parabrezza, il tetto panoramico e i vari portaoggetti presenti nell’auto. Finalmente, dopo 100 giorni di lavoro hanno guidato la loro opera d’arte per effettuare i primi test su strada.

Impostazioni privacy