Auto elettriche, perché non si vendono: il motivo è assurdo

Le auto elettriche non stanno facendo segnare bei risultati, ed ora c’è in corso uno studio per capire il motivo del flop.

Il mondo delle auto elettriche è in una fase di calo, non che in passato ci sia stato chissà quale boom. Tuttavia, non c’è quella crescita nella quale i marchi potevano sperare, alla luce, soprattutto, dei grandi investimenti che sono stati fatti in questi anni per cercare di convertire quella che è la loro produzione.

Auto elettriche che flop
Auto elettriche disastro totale – Electricmobility.it

Le auto elettriche fanno fatica in Europa, dove ci sono fiumi di polemiche a seguito della guerra dei prezzi e dell’invasione delle cinesi low cost, che di certo non stanno creando pochi problemi ai marchi europei. Nelle prossime righe, proveremo a vedere il motivo di questo calo che fa paura.

Auto elettriche, ecco perché non si vendono

I problemi che riguardano le auto elettriche sono a dir poco molteplici, ed il primo in assoluto riguarda gli alti costi d’acquisto. Tuttavia, ce ne sono anche molti altri, a cominciare da quello di natura tecnologica. Infatti, c’è da fare un’analisi che riguarda il lato autonomia e batterie, sia dal punto di vista della loro durata che della sicurezza.

BMW Elettrica che guaio
BMW Elettrica futuro in bilico (BMW) – Electricmobility.it

Infatti, in molti credono che tre 3-4 anni l’ipotetica auto elettrica che andranno ad acquistare sarà superata, dal momento che lo sviluppo, su una tecnologia che è ancora in fase di crescita, potrebbe essere molto veloce. Al giorno d’oggi, la maggior parte delle EV non va ancora oltre i 300-400 km di autonomia, il che pone un grosso freno ai viaggi di lunga durata, ma anche a chi si sposta molto settimanalmente.

L’elettrico, al momento, è visto come una buona soluzione per chi si aggira per le città, ed infatti le piccole cinesi stanno vendendo molto bene, mentre i costruttori europei sono in continua difficoltà. La Mercedes ha fatto notare come i grandi investimenti fatti sino ad ora non stiano portando a risultati di valore, così come molti altri marchi. Inoltre, c’è la tematica della guerra dei prezzi, che è stata avviata lo scorso anno dalla Tesla, con l’abbassamento dei costi di acquisto dei suoi veicoli.

Il problema, in tal caso, è che molti marchi europei non possono permettersi di abbassarli troppo, a seguito della crisi degli elementi che servono per la costruzione delle vetture e di alti costi di produzione. Questo si riflette sulla scelta del cliente, che non è disposto a spendere cifre folli per acquistare una vettura.

In sostanza, le auto elettriche non decollano, ed ulteriori analisi dimostrano che si era più disposti ad acquistarle nel 2021 piuttosto che oggi. Ricordiamo che in Europa, a partire dal 2035, le EV saranno le uniche auto acquistabili, ma con questa situazione, è probabile che si ripensi presto a questa decisione.

Le EV sono cresciute del 78% negli USA, per merito sicuramente della Tesla, ma anche di tanti altri marchi che stanno crescendo molto. In sostanza, c’è un buono sviluppo a livello globale, ma in Europa, l’unica ad aver posto uno stop dei termici, sta avvenendo tutto il contrario.

Impostazioni privacy