Manutenzione auto, se ci tieni a non perderla devi farlo spesso: è vitale per non spendere lo stipendio dal meccanico

Oggi vi parleremo della manutenzione della vostra auto ibrida, che vi aiuterà a non avere guasti e problemi troppo costosi.

Al giorno d’oggi il mercato dell’auto attraversa una fase di crisi, a causa di prezzi che sono sempre più alti e che mettono in seria difficoltà coloro che vogliono acquistare una vettura. Proprio per questo, è importante effettuare una manutenzione fatta bene al modello di cui siamo in possesso, per evitare che possa incappare in rotture che la rendano inutilizzabile o che ci vengano a costare una fortuna per le riparazioni.

Manutenzione auto ecco cosa fare
Manutenzione auto che consigli – Electricmobility.it

La manutenzione dell’auto è importante anche per le vetture ibride, che di sicuro meritano accortezze leggermente diverse, essendo ben più sofisticate sotto il profilo tecnologico. Nelle prossime righe, andremo a vedere con attenzione ciò che occorre fare per mantenere in forma la vettura ibrida, evitando che possano esserci guai gravi.

Manutenzione, ecco come farla all’auto ibrida

Prima di parlare della manutenzione della nostra auto ibrida, secondo quanto riportato nei consigli di “Businessonline.it“, è bene ricordare una cosa. L’auto ibrida ha due fonti di energia, ovvero il motore a combustione e quello elettrico, anche se ci sono anche altre differenze di cui dover parlare.

Auto riparazione cosa devi sapere
Auto riparazione tutti i dettagli – Electricmobility.it

Infatti, esistono le auto Full Hybrid, quelle Mild Hybrid e le Plug-In Hybrid, con quest’ultime che sono quelle che più di tutte si avvicinano all’elettrico, in quanto hanno una spina per caricare la corrente dall’esterno, e possono coprire importanti distanze, fino ad oltre 100 km, con il motore termico spento.

Prima di tutto, va sottolineato come la parte ibrida contribuisce a far usurare di meno tutte le componenti, e porta anche ad allungare la vita del motore termico. Dal punto di vista dei controlli, non cambia nulla rispetto ad un veicolo tradizionale, con l’obbligo di effettuare la revisione, ma anche il cambio dell’olio, il motorino di avviamento, i freni e le cinghie. Va detto che queste parti, in un’auto ibrida, hanno meno sollecitazioni, per cui c’è bisogno di sostituirle meno di frequente, ma è comunque importante controllarle molto spesso per evitare brutte sorprese.

Dovete seguire un manuale per la pianificazione della manutenzione del veicolo ibrido, con la batteria di trazione che è l’elemento che, di sicuro, può preoccupare di più. Tuttavia, dobbiamo sottolineare come non richieda troppe manutenzioni, con la sua durata che è attorno ai 10 anni, e difficilmente può andare oltre questo tipo di soglia, che comunque non è così bassa.

Per quello che riguarda la sostituzione dell’olio e di altre parti meccaniche, è importante fare sempre tutto con regolarità, per evitare che ci possano essere dei guasti improvvisi che danneggino anche altri componenti. Molto più agevolato è il trattamento dei freni, che si usurano con molta meno fretta sulle ibride.

La manutenzione dell’auto ibrida può essere fatta in un range di 15.000-30.000 chilometri, ma anche in questo caso non ci sono troppe differenze con quelle tradizionali. Dunque, una vettura ibrida non è assolutamente difficile da gestire, e bastano una serie di piccole accortezze per non avere problemi di sorta o rotture improvvise.

Impostazioni privacy