Auto elettrica, disinformazione in TV. sulla sicurezza: il pericolo che non esiste

Si deve fare chiarezza per quanto riguarda le nuove auto elettriche, ma a quanto pare anche in TV commettono degli errori.

Il futuro della mobilità è indubbiamente elettrico, con la maggior parte delle grandi aziende che sta facendo di tutto pur di dare vita a dei modelli di primo piano che possano mettere a tacere le tante critiche spesso derivate solo da pregiudizi. Si sa che le novità spaventano sempre all’inizio, per questo motivo è molto più facile rifugiarsi in ciò che è già noto. E magari rifugiarsi nella presunta sicurezza dell’auto termica.

Auto elettrica TG2 Motori errore disinformazione
Disinformazione in TV sulle auto elettriche (Canva – electricmobility.it)

Sarebbe un errore dire che le auto elettriche del momento siano perfette e impeccabili, perché a quel punto vorrebbero dire che il progresso si potrebbe fermare. Invece, si devono analizzare i vari aspetti di queste automobili, cercando così di capire quali sono i punti di forza e dove invece hanno bisogno di migliorie.

Purtroppo però anche gli organi di informazione molto spesso commettono degli errori ed è importante che questi vengano corretti. Lo si vede per esempio nell’attenta osservazione da parte di molti appassionati di veicoli elettrici.  Chi meglio conosce la materia comprende anche come non sia possibile accettare certe affermazioni, specialmente quando vengono da un telegiornale nazionale.

A finire nell’occhio del ciclone è la RAI, con quest’ultima che su Report ha portato a una serie di accuse nei confronti delle auto elettriche. A riportare il tutto è stato anche TG2 Motori, ma a quanto pare ci ha pensato l’Associazione Italiana per la Sicurezza della Circolazione a smentire certe affermazioni.

Batteria sui tetti? Ecco la verità

Una delle affermazioni che ha lasciato maggiormente perplessi gli automobilisti che hanno tra le mani un veicolo elettrico è quella che spiegava come queste vetture presentassero la batteria addirittura sul tettuccio dell’auto. Un’affermazione che non ha senso di esistere, perché per quanto riguarda la maggior parte delle vetture a impatto zero, la batteria non si trova sul tetto.

Auto elettrica TG2 Motori errore disinformazione
Auto elettrica (Ansa – electricmobility.it)

Solo pochi modelli di autobus hanno accertato l’utilizzo della batteria sul tettuccio e purtroppo uno di questi è proprio quello che ha causato la strage di Marghera, in provincia di Venezia, il 3 ottobre 2023. Questo dunque ha comportato una serie di illazioni e generalizzazioni nei confronti delle auto elettriche e sulla loro presunta pericolosità.

Il fatto di far pensare che tutte le auto elettriche siano delle possibili “armi” pronte a esplodere o a crollare è un grave errore. Non è questo il messaggio che ha lanciato TG2 Motori, ma il fatto di portare una serie di esempi negativi fa sì che gran parte dei cittadini si spaventi e dunque non acquisti un’auto elettrica.

Ricordiamo come l’Italia sia il fanalino di coda dell’Europa occidentale per quanto riguarda l’acquisto di auto elettriche, solo il 3,9% rispetto al totale. Numeri che di certo non miglioreranno se si continuerà a parlare solo degli aspetti negativi delle auto elettriche e non di quelli positivi, con l‘Università della California che sta già rilevando un miglioramento dell’aria nelle zone con svariate vetture a impatto zero.

Impostazioni privacy