Auto elettriche, la decisione è epocale: così cambierà tutto e colpirà anche l’Italia

Una decisione che sembrerebbe definitiva e sicuramente colpirà tutti, ecco cosa sta per succedere nel mondo dell’elettrico.

Tutte le case automobilistiche producono veicoli elettrici, ma ce n’è una sola capace di orientare con le sue decisioni il mercato mondiale. Si tratta ovviamente di Tesla, campione di vendite e di innovazione e fino a qualche tempo fa assoluto dominatore del mercato.

Svolta epocale auto
Sta per succedere, e cambierà tutto nell’auto elettrica – electricmobility.it

La casa automobilistica texana/californiana ha vinto recentemente una delle sue scommesse più importanti. Il suo Cybertruck sta realmente per arrivare sul mercato, dopo una lunghissima attesa. Elon Musk, creatore e CEO dell’azienda, ci avverte però che occorrerà tempo per valutarne l’impatto economico, più precisamente per capire l’importanza finanziaria del nuovo pick-up elettrico bisognerà attendere dai 12 ai 18 mesi.

Decisione epocale: anche l’Italia colpita

Cos’ha che ancora non va il nuovissimo modello? Per la complessità dell’assemblaggio, per ora è ancora lento da produrre L’azienda di Austin però vuole che cambi tutto e quindi si va verso la svolta epocale per i prossimi robotaxi e la Tesla Model 2. A domande della stampa intanto, l’imprenditore sudafricano ha spiegato che dalla Model 2 bisognerà non solo attendersi una produzione più veloce ma anche di una vettura che seppur bella da vedere possa portare con sé i tratti dell’utilitaria.

Un nuovissimo modello Tesla, ma alla portata economica di tutti, insomma. Svolta che renderà quindi il marchio più vicino anche a chi non può permettersi vetture con un costo elevato, che infatti dovrebbe uscire sul mercato a 25.000 euro. Intanto Musk ha anche ammesso che non sarà solo questa la novità. Anche dove verrà costruita la nuovissima vettura del marchio rappresenterà qualcosa di nuovo. Vediamo perché.

Musk, ecco la vera novità di Tesla
Il CEO di Tesla, Elon Musk (electricmobility.it – Ansa foto)

Dal Texas, le fabbriche per il prossimo veicolo si trasferiranno in Messico. Così, lo stesso imprenditore che è anche amministratore delegato di SpaceX: In Messico stiamo gettando le basi per iniziare la costruzione, ma penso che vogliamo avere un’idea di come sia l’economia globale prima di andare a pieno regime con la fabbrica messicana”. 

La Tesla, lo stesso CEO non smentisce, starebbe quindi già lavorando alle infrastrutture ed alla progettazione dell’impianto per avere una nuova fabbrica più performante e dove poter riuscire nella fabbricazione di un prodotto completo al minuto. Anche questo quindi dovrebbe far parte delle novità della Model 2, l’auto del futuro.

Impostazioni privacy