Il colosso tedesco ha deciso, nuovo schiaffo al termico: auto elettriche sempre più padrone

Ancora una notizia importante nel settore delle automobili elettriche con la casa tedesca che ha agito in modo impressionante. 

Nonostante l’iniziale opposizione in Unione Europea dovuta soprattutto alla questione delle biofuel – che rimane comunque una ferita aperta nel dialogo tra paesi membri dell’Unione – sembra proprio che sia la Germania, come al solito, il vero motore della transizione ecologica. Un motore pulito, che sta facendo si che sempre più marchi si orientino verso le tecnologie sostenibili il più in fretta possibile.

Brand tedesco decisione
La casa tedesca ha deciso! (Canva) – Electric Mobility.it

Tra le case produttrici più radicali in questo senso troviamo sicuramente Audi che ha da poco mandato in pensione praticamente tutte le sue vetture più inquinanti come supercar e SUV in versione termica, proponendo giusto le ultime vetture Final Edition ma anche le sue rivali non sono state con le mani in mano, guardate Volkswagen e il suo operato negli ultimi anni…

Nemmeno il brand BMW è stato fermo mentre le concorrenti si organizzavano per l’arrivo del futuro ed ha rilasciato proprio in questi giorni una bomba, la prova definitiva che l’operato del Governo tedesco ha fatto effetto convincendo anche i marchi storici a cambiare il modo in cui stanno lavorando.

Addio al motore

Sembra che proprio in queste ore, dallo stabilimento della casa a Monaco un impianto storico che ha visto passare per le sue linee produttive alcune delle vetture più belle e potenti della casa bavarese sia uscito l’ultimo motore termico che la casa produrrà mai, un propulsore di tipo V8 a quanto si dice. La casa però aveva già pianificato questa scelta strategica.

L'ultima BMW del genere è uscita...
La BMW non lo farà più, fine di un’era… (Ansa) – Electric Mobility.it

La casa ha infatti preso provvedimenti per tempo, fornendo corsi di riqualificazione per i 1.200 operai che negli ultimi anni hanno costruito motori termici, seguendo ovviamente dei corsi di specializzazione in motori di questo tipo. Tutto cambierà per loro e adesso, produrranno motori elettrici o al massimo ibridi, da qui in avanti.

Per il momento, il marchio continuerà la produzione di motori termici in altri impianti come quelli situati in Austria: l’arrivo della nuova piattaforma elettrica Neue Klasse presentata con grande eccitazione dal marchio potrebbe essere la base della decisione, storica, ma che lascerà sicuramente un bel groppo in gola agli appassionati storici della casa bavarese!

Nel frattempo, il brand si confronta con una concorrenza spietata in questo campo con anche la rivale di sempre BMW che si prepara a lanciare nuovi modelli di questo tipo. Chi la spunterà alla fine?

Impostazioni privacy