Battery Swap: zitto zitto sta cambiando l’Europa, numeri impressionanti

Lo Battery Swap si sta insinuando sempre di più in Europa fino a conquistarla silenziosamente: i numeri ad oggi sono già molto importanti.

La cinese NIO si sta distinguendo in Europa per la diffusione dello Battery Swap. L’azienda è pioniere e leader nel settore dello sviluppo tecnologico in direzione elettrico. Infatti ha introdotto la rivoluzionaria batteria a stato solido, la quale permette di raggiugnere con una sola carica un’autonomia di oltre 900 km.

Battery Swap cambia Europa
Impressionanti i numeri del battery swap – electricmobility.it

Nella madrepatria sono già stati compiuti dei passi da gigante circa l’adozione del sistema. La NIO ha lanciato anche una campagna che consente di acquistare le batterie di nuova generazione per la propria aiuto, di modo tale da poterla cambiare in autonomia e rendere più efficienti le prestazioni. Di recente, inoltre, è stato stretto un accordo con Geely e Chagan, due colossi cinesi, per ampliare ulteriormente il network ed evolvere di pari passo alle vetture che adotteranno tale batteria.

In Europa grazie agli accordi commerciali l’iniziativa Battery Swap è arrivata. Ma chiaramente progredisce in modo più lento rispetto all’Asia, sebbene sorprendano i numeri che già riscuote. NIO, infatti, sta ampliando man mano le sue stazioni per lo swapping delle batterie nel Vecchio Continente, sopratutto al Nord.

Battery Swap conquista anche l’Europa: numeri importanti per il rivoluzionario sistema

A Malmo e ad Arlandstad in Svezia sono da poco stati inaugurati altri punti di sosta, raggiungendo la capacità di stoccare 21 batterie ed effettuare ben 408 rapide sostituzioni al giorno. Per i clienti significa che la sosta è di appena cinque minuti con il processo di gestione che si realizza in modo completamente automatico. Il 98% dei clienti è coperto con 30 stazioni attive, ovvero le Power Swap Stations, denominate anche PSS 3.0.

L'importanza dello Battery Swap convince anche l'Europa
Come funziona lo Battery Swap in Europa (ANSA) – electricmobility

In Europa se ne contano in totale appunto 30 e al momento sono presenti in cinque paesi, ovvero Danimarca, Norvegia, Svezia, Germania e Olanda con la capacità di raggiungere e rispondere ai bisogni di quasi tutti i clienti in modo uniforme e soddisfacente. Questi possono sottoscrivere il programma Baas – che significa Battery as a Service – riducendo così il costo del veicolo e anche i tempi necessari per effettuare le varie ricariche. Tutti coloro che sottoscrivono il servizio non vi rinuncerebbero più e non farebbero a cambio con la classifica colonnina di ricarica. Il guadagno in termini di tempo è importante: pochi minuti e si può tornare a circolare.

Impostazioni privacy