Cybertruck su strada: “sembra un congelatore”: drammatiche prime reazioni

La Tesla deve affrontare vari guai in questo periodo, ed il Cybertruck non aiuta. Ecco perché è un grave problema.

Non è un momento esaltante quello che vive la Tesla, che continua nei suoi alti e bassi sul fronte delle vendite. La compagnia di Elon Musk ha avuto un grande inizio di 2023, ma a partire dall’estate, le consegne hanno iniziato a scendere, cosa che è stata fonte di delusioni per gli investitori, portando al crollo del prezzo delle azioni. La casa texana ha svelato la nuova Model 3 ed ha proseguito l’opera di discesa dei prezzi, ma per il momento tutto ciò non ha portato ai risultati sperati, ed ora ci sono nuovi problemi all’orizzonte.

Tesla orribile
Cybertruck. le prime reazioni non aiutano – electricmobility.it

Nel frattempo, la Tesla si prepara a consegnare il Cybertruck, vale a dire il mostruoso pick-up elettrico che fu svelato nel 2019, e del quale si sono poi perse le tracce. Dopo tanta attesa, arrivano novità importanti su questo veicolo, che però viene nuovamente demolito dall’opinione pubblica, che di certo non lo ama poi così troppo.

Tesla, nuove critiche sul Cybertruck dal pubblico

Mancano pochissimi giorni alla prima consegna del Tesla Cybertruck, dal momento che il 30 novembre partiranno gli arrivi ai proprietari. Su Reddit si è iniziato a parlare di un altro aspetto molto controverso e che riguarda il design del mostruoso pick-up elettrico, con alcuni utenti che hanno addirittura detto che assomiglia ad un congelatore.

Tesla Cybertruck nuove critiche
Tesla Cybertruck in mostra (Tesla) – Electricmobility.it

Infatti, la grandezza della parte posteriore rende molto difficile la visuale per chi segue, con delle dimensioni che, onestamente, paiono essere troppo eccessive. Un utente ha commentato: “Sembra un riavvolgitore di nastri VHS che si può trovare in un qualsiasi mercatino dell’usato“. Un altro ha aggiunto, fingendosi Elon Musk: “Tutti mi chiedono come mi è venuta in mente l’idea di questa macchina, e tutto è iniziato quando ero in un negozio ed ho visto due lavastoviglie una accanto all’altra“.

Un altro ancora ha affermato: “Se faccio tardi ho la scusa pronta, dirò che mi sono ritrovato bloccato nel traffico dietro ad un congelatore. Non avevo idea di cosa potermi aspettare dalla parte posteriore di un Tesla Cybertruck, ma questo è decisamente peggio rispetto a tutto“.

Dunque, questo tipo di modello non entusiasma nessuno, con lo stesso Musk che qualche giorno fa ha detto di essersi scavato da solo la fossa a causa del pick-up ad emissioni zero. I costi di produzione sono stati altissimi e si sono riflettuti sul prezzo di vendita, che è aumentato a dismisura portando a varie disdette da parte di chi lo aveva ordinato tempo fa. Le sue forme sono fin troppo eccessive, ed al momento è tardi per trovare delle soluzioni, visto che manca poco alla consegna.

L’azienda con sede ad Austin, in Texas, avrebbe potuto giocarsi meglio le sue carte, ed ora c’è il rischio di un vero e proprio flop con il Cybertruck. Vedremo quelle che saranno le risposte dei clienti, in un momento ancora non si sa nulla di ufficiale sul prezzo e sulle sue specifiche tecniche.

Impostazioni privacy